Cronaca

Droga nelle scuole lecchesi: tolleranza zero contro lo spaccio

A pochi giorni dall'inizio dell'anno scolastico le forze dell'ordine assicurano il massimo impegno.

Droga nelle scuole lecchesi: tolleranza zero contro lo spaccio
Cronaca 06 Settembre 2018 ore 09:42

Droga nelle scuole lecchesi: tolleranza zero contro lo spaccio, Si è tenuta ieri  una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, convocata dal Prefetto Liliana Baccari, per un esame condiviso – in un’ottica di sicurezza partecipata – delle attività da porre in essere in materia di prevenzione e lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli istituti scolastici. Ciò anche  anche alla luce della recente direttiva diramata dal Ministro dell’Interno in vista dell’imminente avvio del nuovo anno scolastico.

Droga nelle scuole lecchesi

In apertura dell’incontro, cui hanno partecipato, oltre ai vertici provinciali delle Forze dell’Ordine, i Dirigenti degli Istituti Scolastici della provincia, il Comandante della Polizia locale di Lecco e la Polizia Provinciale, il Prefetto, nel richiamare i contenuti della direttiva, ha rimarcato la gravità del fenomeno dello spaccio che produce effetti gravemente deleteri per la salute, comportando, altresì, negative implicazioni sul piano della condotta individuale per l’inevitabile scadimento dei principi valoriali.

Impegno di tutte le forze dll'ordine

Di qui la necessità inderogabile di un impegno condiviso di tutte le risorse disponibili ai vari livelli, in chiave sia preventiva che repressiva ed in tale direzione il Prefetto ha invitato tutti ad individuare e segnalare le aree nonché le singole realtà scolastiche più a rischio così da poter calendarizzare servizi mirati da parte delle Forze di Polizia. Ferma restando l’importanza dei programmati servizi di controllo del territorio, il Prefetto ha segnalato l’urgenza di porre in essere attività che non si esauriscano nel mero controllo, ma che diano vita ad un ripensamento delle strategie in grado di influire sulle determinanti ambientali sociali ed individuali dell’uso di sostanze stupefacenti.