Domani si inaugura la stele dedicata Pino Galbani

Omaggio a un testimone dell'orrore

Domani si inaugura la stele dedicata Pino Galbani
Valsassina, 31 Gennaio 2020 ore 09:44

Nell’ambito delle celebrazioni dedicate al Giorno della Memoria e al Giorno del Ricordo, domani, sabato 1 febbraio,alle 15, ai Giardinetti di via Matteotti a Ballabio,  avrà luogo l’inaugurazione della Stele dedicata al concittadino Giuspeppe Pino Galbani, operaio deportato a 17 anni a Mauthausen e Gusen, scomparso la mattina di Natale del 2016. La cerimonia  sarà accompagnata dal Coro I Vous de la Valgranda e dal Corpo Musicale Risveglio.

Chi era Pino Galbani

Nato il 10 ottobre 1926 a Ballabio, iniziò a lavorare sedicenne alla Rocco Bonaiti di Castello di Lecco. Il 7 marzo 1944 partecipò agli scioperi e, per questo, fu arrestato dalla polizia fascista e deportato.Riuscì a tornare a casa nel giugno dell’anno successivo, riprese quindi il lavoro e l’attività sindacale, come delegato di fabbrica e come membro del comitato provinciale della Fiom Cgil. Fu quindi autore di memorie sulla deportazione e, a partire dal 1995 iniziò ad andare nelle scuole e a portare la sua testimonianza di deportato. Nel 1999 pubblicò con Angelo De Battista il volume 58881 Pino Galbani, un diciottenne nel lager di Mauthausen-Gusen”.

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve