Diesel Euro 3, via libera alle deroghe

Diesel Euro 3, via libera alle deroghe
Cronaca Lago, 31 Ottobre 2018 ore 07:45

Diesel Euro 3, sì alle deroghe. Così ha deciso Regione Lombardia nella seduta di Giunta di ieri pomeriggio.

Approvate misure temporanee

L’esecutivo guidato da Attilio Fontana ha dato il via libera a misure per il miglioramento della qualità dell’aria con nuove disposizioni temporanee e ulteriori deroghe sulla circolazione dei veicoli Diesel Euro 3 che vanno ad integrare il piano approvato a luglio. Da mesi, soprattutto la Lega stava pressando la Giunta per arrivare a queste nuove disposizioni, anche con mozioni e interrogazioni in Consiglio regionale. Un incontro venerdì con l’assessore all’Ambiente, Raffaele Cattaneo aveva fatto presagire la fumata bianca alla vicenda.

LEGGI ANCHE 
Stop ai Diesel Euro 3 a Lecco: ufficiale l’ordinanza LA MAPPA DEI PERCORSI ESCLUSI DAL DIVIETO

Le nuove regole

Le nuove deroghe hanno validità immediata e si applicheranno per la stagione invernale 2018-2019, con applicazione fino al 31 marzo del prossimo anno. Per quanto riguarda i diesel Euro 3 sono state previste deroghe per i veicoli per il trasporto di persone appartenenti a soggetti con Isee inferiore a 14.000 euro, per i veicoli di proprietà per il trasporto di persone e condotti da persone che abbiano compiuto 70 anni (qualora non possessori di altro veicolo non soggetto a limitazioni), autoveicoli per il soccorso stradale, spazzaneve, ambulanze, etc. E poi ancora veicoli i cuiproprietari siano in attesa di consegna di un nuovo veicolo non sottoposto alle limitazioni regionali alla circolazione vigenti e in grado di esibire idonea documentazione che attesti l’avvenuto acquisto, veicoli di associazioni o società sportive iscritte a federazioni affiliate al Coni o altre federazioni riconosciute ufficialmente, veicoli privati utilizzati da iscritti alle società sportive con dichiarazione del presidente indicante luogo e orario della manifestazione nella quale l’iscritto è impegnato e quelli utilizzati da arbitri o direttori di gara o cronometristi sempre con dichiarazione del presidente della rispettiva federazione.

I no della Giunta

La Giunta non ha però recepito altre sollecitazioni arrivate in questi mesi. Bocciata la richiesta di non estendere il blocco ai Comuni sotto i 30mila abitanti e così pure la richiesta di una riduzione delle limitazioni, dalle 8.30 del mattino invece che dalle 7.30

Il commento dell’assessore

“E’ un perfezionamento della delibera – commenta l’assessore all’Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo – che permetterà di tenere conto di particolari situazioni, evitando di penalizzare i cittadini. Stiamo andando avanti nel percorso di miglioramento della qualità dell’aria, combattendo gli inquinanti e non la mobilità. Allo stesso tempo stiamo anche tenendo conto delle esigenze dei possessori di veicoli, sia privati che imprese, per evitare che i disagi si scarichino sulle fasce più deboli. Le nuove regole avranno un impatto bassissimo, non superiore al 2%, sull’efficacia delle politiche perché si tratta di un numero molto contenuto di mezzi”.

Lega soddisfatta

Esulta la Lega dopo la battaglia portata avanti in questi mesi. “E’ una nostra vittoria, ma continueremo a lavorare per migliorare la normativa, a partire dall’introduzione della scatola nera per chiedere una deroga futura sui bassi chilometraggi, a tutela dei tanti cittadini, artigiani e commercianti che, per svariate e valide ragioni, faticano a cambiare il proprio autoveicolo”, osserva il vicecapogruppo Andrea Monti. “Il nostro pressing ha portato risultati concreti, ora dobbiamo insistere per potenziare gli incentivi per la sostituzione mezzi a vantaggio delle Piccole e medie imprese e del mondo artigianale”, aggiunge il collega di partito Alessandro Corbetta. Soddisfatta anche l’assessore allo Sport e Giovani, Martina Cambiaghi: “La deroga è un atto di sensibilità verso il mondo sportivo, un universo di volontari che operano al fianco dei giovani per accompagnarli a partite, gare e allenamenti. Difficilmente le società, soprattutto quelle più piccole, avrebbero potuto cambiare i loro automezzi”. Proprio Cambiaghi il 19 settembre aveva presentato un emendamento alla mozione sui diesel euro 3 presentata da Andrea Monti.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità