Denunciò la tangente ora è in ginocchio

L'imprenditore Marco Rota: "Malgrado tutto lo rifarei"

Denunciò la tangente ora è in ginocchio
30 Ottobre 2017 ore 16:00

Denunciò la tangente ora è in ginocchio. «Ho venduto due soli box su 42, ho avuto un danno economico inimmaginabile, ma nonostante tutto lo rifarei».

Denunciò la tangente

Non ha dubbi Marco Rota, l’imprenditore che con la sua denuncia ha fatto partire l’inchiesta sulle tangenti a Palazzo Bovara. Inchiesta poi  sfociata nel processo contro il geometra Maurizio Castagna e il consigliere – odontotecnico Francesco Sorrentino. Nei confronti dei due la scorsa settimana il Pm Silvia Zannini ha avanzato la richiesta di 6 anni di reclusione.

In crisi dopo l’atto di coraggio

Il coraggioso gesto di Rota, che ha svelato la corruzione, gli ha creato non pochi problemi economici. “Dopo che i miei estorsori sono finiti in manette i problemi non si sono risolti. Ho trovato occupazione come autotrasportatore e sto onorando i debiti come posso, compatibilmente con le esigenze della mia famiglia e i figli da crescere”.

L’intervista completa sul Giornale di Lecco in edicola dal 30 ottobre

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia