Solidarietà

Da Lecco alla Tanzania con Medici con l’Africa Cuamm

Ventinove anni, specializzanda in ostetricia e ginecologia , Stefania Dell’Oro non è alla sua prima esperienza in Africa: già nel 2014, ancora studentessa, ha passato l’estate in Camerun, approfondendo lo studio della medicina in un contesto africano

Da Lecco alla Tanzania con Medici con l’Africa Cuamm
Lecco e dintorni, 03 Settembre 2020 ore 11:11

Stefania Dell’Oro, giovane dottoressa originaria di Lecco, parte venerdì 4 settembre per Tosamaganga, in Tanzania, dove lavorerà per sei mesi come ginecologa insieme a Medici con l’Africa Cuamm.

Da Lecco alla Tanzania con Medici con l’Africa Cuamm

Ventinove anni, specializzanda in ostetricia e ginecologia a Monza, Stefania Dell’Oro non è alla sua prima esperienza in Africa: già nel 2014, ancora studentessa, ha passato l’estate in Camerun, approfondendo lo studio della medicina in un contesto africano.

«Mi ha sempre affascinato l’idea di poter partire per l’Africa – racconta Stefania Dell’Oro – e l’esperienza dei due mesi passati in Camerun è stata molto bella, volevo tornare sul campo con una maggiore competenza medica. Dell’Africa mi affascina la cultura diversa, ma anche, come medico, il fatto di trovarmi davanti a patologie diverse: c’è molto da imparare e da fare. Aspettavo da molto tempo il momento di partire e sono molto felice, perché ormai con il lockdown e tutti i problemi legati al Covid-19 temevo che non ci sarebbe più stata l’occasione di farlo. Certamente il periodo è incerto e rimane la preoccupazione, ma è un punto di arrivo che aspettavo con gioia: tre colleghe sono già partite con Medici con l’Africa Cuamm in passato, in ospedale mi sostengono e penso mi farà molto bene questa nuova esperienza!».

Il progetto JPO

Stefania Dell’Oro parte per la Tanzania nel quadro del progetto JPO di Medici con l’Africa Cuamm, che permette ai medici specializzandi in Italia di trascorrere un periodo di almeno sei mesi della propria formazione in un ospedale africano, affiancati da un tutor esperto. Grazie a questa esperienza, molti medici possono imparare cosa significhi lavorare in ospedali con risorse limitate, traendone vantaggio anche per la propria professione in Italia.

I volontari lecchesi

Stefania Dell’Oro ha conosciuto Medici con l’Africa Cuamm anche grazie alle attività di sensibilizzazione del gruppo di volontari Medici con l’Africa Cuamm – Lecco, che da oltre vent’anni è attivo in città per sostenere l’organizzazione e diffondere un’immagine positiva dell’Africa.

In Tanzania come negli altri sette paesi in cui Medici con l’Africa Cuamm è presente, negli ultimi mesi si è lavorato intensamente per mettere in sicurezza gli ospedali e le comunità in cui l’organizzazione lavora contro il Covid-19, che minaccia anche l’Africa. Occorre assicurare mascherine, tute e guanti per il personale dell’ospedale, ma anche termometri e saturimetri, oltre che formazioni del personale e delle comunità per la gestione di casi di Covid-19.

È possibile sostenere Medici con l’Africa Cuamm con una donazione online su wwww.mediciconlafrica.org

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia