Coronavirus, la psicosi si batte con una cena a Chinatown

Oggi, domenica 2 febbraio, ritrovo alle 19.30 in via Paolo Sarpi, angolo via Canonica, cuore della Chinatown meneghina.

Coronavirus, la psicosi si batte con una cena a Chinatown
02 Febbraio 2020 ore 11:23

Il Coronavirus è generato una psicosi e per combatterla, il Pd di Milano ha organizzato per oggi, domenica 2 febbario, la "“Passeggiata e cena a Chinatown”.

Coronavirus: combattere la psicosi

Tra allarmi, pazienti ricoverati in isolamento per premura, misure del Governo e della Regione e  due casi conclamati, quella del Coronavirus è una vera psicosi: per superarla andrà in scena domenica 2 febbraio la “Passeggiata e cena a Chinatown”. A diffondere la notizia è stato il giornale online settegiorni.it.

L'iniziativa del Pd di Milano

A lanciare l’iniziativa in programma questa sera a Milano è stato il Partito democratico milanese che ha deciso di organizzarla in segno di solidarietà alla comunità cinese “in questi giorni vittima di episodi di intolleranza, causati dalla psicosi che ha provocato la notizia della diffusione del Coronavirus”, oltre a una forma di boicottaggio inconscio di negozi e ristoranti cinesi. “Milano è una città che accoglie tante culture e, anche in questo caso, non vuole lasciare da sola un pezzo della sua comunità”. Il ritrovo è alle 19.30 in via Paolo Sarpi, angolo via Canonica, cuore della Chinatown meneghina: all’iniziativa hanno aderito le associazioni “Vivi Sarpi” e “No Wall”, i Giovani democratici, il gruppo consiliare del Pd in Comune e alcuni esponenti di spicco dei democratici non solo milanesi come la segretaria metropolitana Silvia Roggiani, il vice-ministro dell’Interno Matteo MauriPierfrancesco Majorino i sindaci di Baranzate Luca Elia e di San Donato Milanese Andrea Checchi.

LEGGI ANCHE

Coronavirus, rientra l’allarme a Merate: escluso il contagio del bimbo

Seguici sui nostri canali