Menu
Cerca
Lavoro

Coronavirus e frontalieri: interviene l’onorevole Currò.

"Ci teniamo a chiarire che l’attività lavorativa di coloro che devono necessariamente recarsi a lavoro oltre confine, non è inibita".

Coronavirus e frontalieri: interviene l’onorevole Currò.
Cronaca Lecco e dintorni, 08 Marzo 2020 ore 14:01

Coronavirus e frontalieri: come si possono muovere?

L’intervento dell’onorevole Currò

Uno dei punti di domanda che riguardano i lavoratori della zona rossa è quello relativo allo spostamento dei frontalieri. A riguardo è intervenuto l’onorevole Giovanni Currò, del Movimento 5 Stelle.

Ieri sera, in seguito alla formulazione del dpcm sulla zona rossa, ho avuto un’interlocuzione costante con il personale del Ministro degli Esteri, sul problema dell’interpretazione di alcune delle norme in particolare per quanto riguarda il lavoro oltre frontiera. Il testo finale pubblicato nella notte mostra una posizione chiara per quanto riguarda le esigenze di lavoro che dunque si estendono anche ai frontalieri. 
 
In queste ore sia io che il mio collega Niccolò Invida siamo stati contattati da numerose associazioni e da tanti lavoratori frontalieri del nostro territorio. Ci teniamo a chiarire che l’attività lavorativa di coloro che devono necessariamente recarsi a lavoro oltre confine, non è inibita. Per ragioni di sicurezza invitiamo il più possibile le aziende ad utilizzare lo smartworking.
Ringrazio il ministro Luigi Di Maio per l’attenzione e per il lavoro svolto di concerto con l’omologo svizzero”.
L’incertezza iniziale è quindi attualmente risolta e, rassicura Currò, a breve ci saranno ulteriori importanti notizie sulla questione frontalieri.

Il testo finale, approvato in tarda notte, risulta ora più chiaro e permetterà ai lavoratori di confine e ai datori di lavoro di prendere una scelta ordinata. Proseguiamo a lavorare in costante contatto con tutti i ministeri per ogni necessità della provincia.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli