Menu
Cerca
Test positivi

Coronavirus, a Malgrate un caso in più al giorno

I contagiati sono arrivati a quota 15. I decessi dall'inizio dell'emergenza sono stati due

Coronavirus, a Malgrate un caso in più al giorno
Cronaca Lecco e dintorni, 28 Marzo 2020 ore 11:35

A Malgrate i casi di Coronavirus crescono di un nuovo contagio al giorno. E’ questo il trend che si è registrato per tutta la settimana. Lunedì i contagiati erano 11, mentre le persone sottoposte a quarantena erano 17. Da allora si è registrato un test positivo in più al giorno: ieri sera, venerdì, l’ultimo bollettino diramato dal Comune parlava di 15 persone affette da Covid-19 e 20 cittadini sottoposti a regime di sorveglianza attiva nelle propria abitazione a cura dell’Ats.

Il sindaco: “Contagio moderatamente contenuto in paese”

“L’epidemia sta duramente colpendo il territorio lombardo come tutti ben sapete. A Malgrate fortunatamente il contagio appare, in rapporto alla popolazione residente, moderatamente contenuto – così il sindaco Flavio Polano ha fatto il punto sul Coronavirus a Malgrate – Il rinnovato invito che faccio è di rispettare rigorosamente le restrizioni che sono state dettate: solo così riusciremo a contenere i danni. Capisco che è un sacrificio, un grande sacrificio a cui non siamo abituati, quello di rimanere chiusi in casa, ma è il vero unico rimedio per tenere lontano il virus. E quando dovete uscire di casa per esigenze indifferibili mantenete la distanza di sicurezza di almeno un metro dalle altre persone”.

Due decessi: una 91enne e un 86enne

In settimana si è registrata la scomparsa di una 91enne per cause legate al Coronavirus. Dall’inizio dell’emergenza sono in tutto due (l’altro è un 86enne spentosi a inizio mese) i deceduti risultati positivi al test. “L’augurio di una pronta guarigione va ai nostri concittadini positivi ricoverati o in quarantena a casa, e una particolare vicinanza al dolore dei familiari dei due deceduti”, ha sottolineato il sindaco.

Il ringraziamento ai volontari del Comune

“Non posso non esprimere un grande grazie alla decina di volontari che oramai da diversi giorni, quotidianamente, consegnano pasti, spesa e medicinali a domicilio – conclude Polano – Un lavoro umile, semplice, ma carico di solidarietà e altruismo. Un lavoro non privo di qualche rischio che però queste persone hanno, volontariamente, deciso di assumersi. Un grazie sicuramente non sufficientemente commisurato alla grandezza del gesto, ma comunque dettato dal cuore”.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli