Menu
Cerca
I dati regionali

Coronavirus, 1865 positivi in più rispetto a ieri in Lombardia

In fase di sperimentazione anche nei nostri ospedali il farmaco contro l'artrite.

Coronavirus, 1865 positivi in più rispetto a ieri in Lombardia
Cronaca Lecco e dintorni, 14 Marzo 2020 ore 17:26

E’ di 1865 l’aumento di pazienti positivi al Coronavirus in regione Lombardia. Lo ha annunciato nel pomeriggio di oggi, sabato 14 marzo 2020, l’assessore al Welfare Giulio Gallera durante la consueta conferenza stampa di aggiornamento.

Coronavirus, dati in crescita

Salgono dunque a 11.865 i pazienti positivi in Lombardia (con un incremento di 1865 casi da ieri a oggi), i ricoveri sono invece 4898 (+463 rispetto a ieri) mentre sono 732 i cittadini ricoverati in terapia intensiva (+85 rispetto a ieri). Cresce anche il numero dei decessi, giunti a 966 pazienti, con un incremento di 85 vittime rispetto a ieri. I dimessi sono saliti invece a 1660. “I dati continuano a crescere e portano inevitabilmente a un continuo afflusso di persone – ha commentato Gallera – I dimessi sono tanti ma non ancora a sufficienza per decongestionare i nostri ospedali. Continuiamo ad aggiungere posti letto: i giorni di permanenza nei presidi sono molti, stiamo sperimentando anche il medicinale usato per l’artrite e i riscontri che stiamo ricevendo sono positivi. Anche l’assessore Mattinzoli sta molto meglio proprio grazie a questo farmaco: non è un dato scientifico, ma oggi quello che ci importa sono i risultati concreti. E’ una corsa contro il tempo, continua con determinazione da parte delle nostre strutture”.

Posti e personale

“I problemi sono due: i posti e il personale – ha continuato l’assessore al Welfare –  Per quanto riguarda i posti continuiamo a spostare i pazienti, la rete si è messa in moto in modo straordinario: in due giorni sono già 91 i pazienti spostati delle zone più critiche in quelle meno congestionate come Garbagnate, Sondalo, il Galeazzi, ecc. L’altro tema è il reclutamento del personale: sono arrivate 1600 domande ed è un bellissimo segnale. Ne abbiamo scrutinate 692, tra loro medici, anestesisti, 147 specializzandi… La Lombardia e la storia saranno profondamente grate a queste persone. Potremo inoltre reclutare personale dall’estero: abbiamo contatti con il Venezuela, con Cuba, con la Cina: abbiamo bisogno delle competenze di tutti perché ogni giorno è sempre più complicato, ma il sistema sta reagendo con forza ed efficienza”.

Cercansi mascherine

“Ne sono state consegnate oggi oltre un milione e le restanti sono in arrivo entro il mese –  ha affermato l’assessore regionale al Bilancio Davide Carlo Caparini – Il nostro obiettivo è dotare tutti di mascherine che siano in grado di dare la certezza di protezione. La mascherina è un diritto di tutti e intendiamo garantirlo rifornendo supermercati e farmacie. Grazie al ministro Speranza abbiamo scritto una nuova circolare che dà la possibilità di produrre questi dispositivi di protezione con i sistemi di qualità necessari alla protezione. Abbiamo anche attivato al Politecnico di Milano una serie di prove tecniche per verificare la qualità dei materiali, in modo da avere un’ulteriore certezza”.

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli