Come mantenere in perfette condizioni i pneumatici

Prendersi cura dei pneumatici, è un dovere di ogni conducente responsabile e a cui interessa la propria sicurezza

Come mantenere in perfette condizioni i pneumatici
17 Gennaio 2019 ore 07:00

Una vettura è da considerarsi come un essere senziente, poiché è formati da una serie di parti che servono al suo corretto funzionamento. Se il motore è da considerarsi come il cuore vero e proprio, dato che è l’elemento responsabile del suo movimento, i pneumatici sono le gambe che consentono di fare i passi.

Per chi vuole mantenere nelle migliori condizioni le proprie gomme, qui di seguito sono presenti una serie di consigli pratici. Scritti grazie agli esperti del servizio clienti di Oponeo (uno dei negozi online con la migliore scelta di pneumatici, che è raggiungibile a questo indirizzo www.oponeo.it), sono un ottimo punto di partenza per chi vuole verificare che le condizioni dei propri pneumatici.

1. Pressione dei pneumatici

La pressione dei pneumatici, è una delle prime cose da verificare per garantire che tutto sia appunto per garantire una guida sicura. Conoscere la giusta pressione delle proprie gomme, sia dell’asse anteriore che di quello posteriore, è possibile leggendo il manuale che viene fornito dall'azienda costruttrice.

La pressione deve sempre essere controllata a freddo e, se possibile, almeno una volta al mese. In situazioni anomale, come gli urti, è bene verificare la pressione per capire se questo frangente ha avuto conseguenze.

2. Allineamento

L’allineamento delle ruote, deve essere mantenuto in buone condizioni per garantire la massima sicurezza durante la guida. Un colpo contro la spalla del pneumatico, può portare ad un disallineamento di una delle due ruote. Se ci si accorge che la guida non è più normale, è bene portare l’auto in un centro professionale per l’allineamento delle ruote.

3. Rotazione

Generalmente, le gomme anteriori si consumano più velocemente delle gomme posteriori. In questo caso, è buona abitudine ruotare i pneumatici, ovvero cambiando le ruote posteriori con le ruote anteriori e vice versa.

Durante questa operazione di manutenzione, è necessario tenere presente che alcuni pneumatici non possono essere cambiati in questo modo. Infatti, alcuni pneumatici sono stati sviluppati per ruotare solo avanti/indietro e non a sinistra/destra.

4. Usura del battistrada

L’usura del battistrada è senza ombra di dubbio la parte più importante da tenere sotto controllo. Quando questo arriva a una altezza inferiore ai 2 millimetri, la tenuta di strada e l’aderenza non è detto che sia ancora idonea a fornire l’adeguata sicurezza.

Per non incappare in situazioni pericolose, è bene cambiare i pneumatici non appena questi si usurano al di sotto dei 2 millimetri.

5. Bilanciamento

Il bilanciamento dei pneumatici, riduce la possibilità che si creino delle vibrazioni durante il movimento. È bene pensare, che maggiore è la velocità e maggiori sono le vibrazioni che si possono avvertire durante la guida.

Bilanciare i pneumatici, è un compito che deve essere svolto in un laboratorio specializzato e con le adeguate attrezzature. Ogni 6 mesi almeno, è necessario eseguire un bilanciamento dei pneumatici, nonché ogni volta che i pneumatici vengono smontati o montati sulla vettura.