Menu
Cerca
Dramma

Colpito da una scarica di sassi mentre lavorava sulla statale 36: operaio muore dopo 4 mesi

L'incidente era avvenuto a dicembre scorso tra Pradello e Abbadia

Colpito da una scarica di sassi mentre lavorava sulla statale 36: operaio muore dopo 4 mesi
Cronaca Lecco e dintorni, 07 Maggio 2020 ore 09:47

Colpito da una scarica di sassi mentre lavorava sulla statale 36: operaio muore dopo 4 mesi. Bortolo Belingheri, 49 anni, residente a Schilpario in provincia di Bergamo, è morto ieri, mercoledì 6 maggio. A fine dicembre era rimasto vittima di un grave infortunio sul lavoro ad Abbadia.

Colpito da una scarica di sassi mentre lavorava sulla statale 36: operaio muore dopo 4 mesi

L’incidente era avvenuto il 16 dicembre dello scorso anno. Belingheri stava lavorando sulla rete paramassi quando, intorno alle 8.30 di quella tragica mattinata è stato colpito da una scarica di sassi. I colleghi avevano immediatamente dato l’allarme: sul posto erano intervenuti i  Vigili del fuoco del Comando di Lecco con una squadra S.A.F. (Speleo Alpino Fluviale). L’uomo era stato stabilizzato e trasportato in ospedale  in codice rosso a causa di un gravissimo trauma cranico

Il49enne era stato po ricoverato circa un mese all’ospedale Manzoni di lecco per poi essere  all’ospedale di Gazzaniga, dove ieri mattina è avvenuto il decesso. Bortolo Belingheri, viveva a Schilpario con la moglie e i tre figli.

Come riportano i colleghi di primabergamo.it  titolare insieme ad altri soci di una ditta specializzata alla posa delle reti paramassi in parete. La sua vita è sempre stata dedicata alla montagna e agli sport invernali. La sua scomparsa ha suscitato sentimenti di condoglianze e di vicinanza alla famiglia anche da parte della Fisi di Brescia. Belingheri era stato anche allenatore dello Sci Club 90 Montecampione. «Adesso scia nelle nuvole», è la loro dedica. La cerimonia funebre si terrà nel cimitero di Schilpario domani pomeriggio alle 15, come da nuove disposizioni del decreto ministeriale.