Berlusconi acquista e rilancia le ville di Botta a Merate

Il Cavaliere ha investito a Merate, c'è lui dietro la ripresa del cantiere di residenze extralusso a Cascina Vedù

Berlusconi acquista e rilancia le ville di Botta a Merate
Meratese, 22 Dicembre 2017 ore 16:15

Berlusconi ha infine chiuso l’affare Botta a Merate. Farebbe capo a lui, oltre che all’amico architetto Ivo Redaelli, la società Brianzadue srl che ha rilevato la proprietà delle ville progettate dall’archistar ticinese in via Allende e rimaste  incompiute a seguito del fallimento dell’impresa costruttrice.  Il cantiere era congelato da quattro anni. Completate e vendute solo le dodici unità abitative extralusso alla destra di Cascina Vedù, l’altra dozzina, alla sinistra del bed&breakfast, erano rimaste allo stato grezzo. Qualche settimana fa i lavori di completamento sono ripresi.

Cascina Vedù in via Allende a Merate

Berlusconi investe in ville firmate

Il cartello all’ingresso del cantiere, aggiornato in base ai nuovi  permessi,  informa che proprietà e committenza fanno capo a Brianzadue sr. La società con sede a Segrate Milano 2, per il 40% è compartecipata dalla Leader srl, società che fa riferimento all’architetto Redaelli, e per il resto alla Immobiliare Dueville. Amministratore  unico di quest’ultima come anche di Brianzadue, risulta Marco Sirtori. La direzione dei lavori è invece affidata al geometra di fiducia di Berlusconi, Francesco Magnano di Macherio.

Un anno fa la visita del cavaliere

L’interessamento del Cavaliere al lussuoso comparto immobiliare di Merate risale almeno ad un anno fa.  Brianzadue risulta infatti essersi costituita alla fine di dicembre 2016, anche se fu diverse settimane dopo, a febbraio, che Silvio Berlusconi arrivò in piazza Prinetti, accompagnato da Redaelli. Quattro passi in centro, con bagno di folla e strette di mano. Subito era  trapelata notizia che la meta di quella visita a sorpresa  erano le ville di Botta a Cascina Vedù. Probabile che all’epoca l’affare fosse già  concluso. O forse ancora no. Ai più era comunque parso che Berlusconi fosse sinceramente ammirato della cittadina situata nel cuore della Brianza. Del resto qualche mese prima aveva acquistato a Rogoredo di Casatenovo villa Giambelli, desinata a diventare il suo nido famigliare con la compagna Francesca Pascale.

Un affare da 15 milioni

Tornando alle ville del Botta, stando al cartello di cantiere. la fine dei lavori è prevista per l’agosto 2018. Il taglio abitativo è di lusso. Si tratta di 300/400 metri quadrati di superficie disposti in verticale su due/tre piani fuori terra oltre un livello interrato. I prezzi sono da capogiro: si parte da un milione e mezzo di euro. Il business si aggira insomma sui 15 milioni, euro più euro meno.

 

 

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia