Menu
Cerca

Bambarén a Malgrate : “Un’altra via è possibile per salvare il mondo”

Successo della cena-incontro con lo scrittore peruviano sabato sera a Malgrate

Bambarén a Malgrate : “Un’altra via è possibile per salvare il mondo”
Cronaca 18 Settembre 2017 ore 12:37

Bambarén a Malgrate: “Un’altra via è possibile per salvare il mondo”

Incontro  da “Giovannino”

Successo della cena-incontro con lo scrittore peruviano sabato sera al ristorante “da Giovannino” di Malgrate.  L’evento è stato promosso da Elena Pettinicchio di Lake Como Food Tours. Bambarén è stato  intervistato dal giornalista Gianfranco Colombo in un appassionante confronto che ha coinvolto direttamente anche i presenti, un pubblico di lettori numeroso ed attento per questa iniziativa.

Fabio Dadati

“L’incontro con Sergio Bambarén è stato un momento significativo a livello umano e per il progetto turistico ricettivo che stiamo sviluppando. La  sua esperienza e la sua filosofia di vita ci uniscono: l’estremo rispetto per le persone e per la natura, la cortesia, la visione della vita come viaggio esperienziale piuttosto che come ricerca della ricchezza fine a se stessa, pur riconoscendo il valore del denaro in quanto mezzo e non obiettivo” ha commentato Fabio Dadati. “Parlando ci siamo riconosciuti nel “shibumi”, quel termine giapponese che rappresenta la bellezza discreta, non ostentata, più uno stato dell’essere che esteriorità”.

Elena Pettinicchio

“Ho cominciato a leggere i libri di Bambarén quando ero all’università e ho vissuto e tuttora vivo seguendo il suo pensiero: “Non si invecchia in base al tempo che si ha alle spalle, si invecchia quando si inizia a dimenticare i sogni. Ogni individuo ha il potere di fare del mondo un posto migliore””, ha ricordato Elena Pettinicchio.

Gli argomenti della serata

Bambarén ha posto l’accento su due temi. Il primo è la libertà dal denaro, che non può essere l’obiettivo della vita di una persona perché, pur riconoscendo la necessità di un benessere che permetta di affrontare la quotidianità, è necessario vivere la propria esistenza nello sviluppo proprie attitudini e passioni e nell’incontro con il prossimo. Il secondo è il rispetto della natura, che si esercita nella rinuncia del profitto fine a se stesso che guida le azioni di molti potenti del mondo, delle grandi aziende multinazionali, in particolare nel settore energetico e della produzione alimentare. La natura e il mondo si possono salvare con produzioni sostenibili, energie alternative, usando tecnologie esistenti e già consolidate. Insomma, un’altra via è possibile.

I partners

Hanno contribuito a portare Sergio Bambarén a Lecco Serena Casini (Libreria Volante, che ha ospitato lo scrittore nel pomeriggio di sabato per un momento pubblico), Paola Combi (C&C Maison), Giuliana Zaccone (interprete ed insegnante di spagnolo) e l’artista milanese Claudio Moninni che ha realizzato per Sergio Bambaren un quadro meraviglioso ispirato al libro Vela Bianca.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli