Covid-19

AstraZeneca, Ema: “Vaccino sicuro ed efficace”. Via libera alle somministrazioni

Le parole della direttrice di Ema, Emer Cooke, che ha argomentato il via libera al vaccino durante la conferenza stampa in corso. Oltre 1000 vaccinazioni da recuperare a Lecco

AstraZeneca, Ema: “Vaccino sicuro ed efficace”. Via libera alle somministrazioni
Cronaca Lecco e dintorni, 18 Marzo 2021 ore 17:36

I benefici del vaccino AstraZeneca sono superiori ai rischi ed escludiamo relazioni tra casi di trombosi” e la somministrazione dei sieri. Sono le parole della direttrice di Ema, Emer Cooke, che ha argomentato il via libera al vaccino durante la conferenza stampa in corso.

AstraZeneca, Ema: “Vaccino sicuro ed efficace”

Il Comitato per la valutazione dei rischi per la farmacovigilanza dell’Ema “è giunto a una chiara conclusione scientifica che questo é un vaccino sicuro ed efficace e i suoi benefici e la protezione delle persone dal Covid-19 e dai rischi associati e ospedalizzazioni superano i possibili rischi”. Emer Cooke, direttrice esecutiva Ema, le corso della conferenza stampa sul vaccino AstraZeneca. Gli esperti hanno anche concluso che “il vaccino non è associato a un aumento del rischio di trombosi o coaguli di sangue”.

Il vaccino Covid di AstraZeneca, sospeso in Italia e in altri Paesi, è dunque sicuro ed efficace nella protezione dal Coronavirus. Ci si aspetta dunque nelle prossime ore una ripresa della campagna vaccinale, dopo la sospensione avvenuta lunedì.

Tante le somministrazioni perse in questi giorni: basti pensare che solo nel Lecchese sono stati oltre 1000 gli appuntamenti saltati.

Approfondimenti su eventi avversi

“Lanceremo ulteriori approfondimenti per capire di più” riguardo agli eventi avversi rari segnalati dopo la vaccinazione con AstraZeneca – ha spiegato la direttrice dell’Agenzia europea del farmaco (Ema), Emer Cooke, parlando in conferenza stampa.  E la dottoressa Sabine Straus, presidente del Comitato per la valutazione dei rischi per la farmacovigilanza (Prac) dell’Ema ha aggiunto: “Fino a ieri sono stati segnalati sette casi di coagulazione intravascolare e 18 casi di trombosi su quasi 20 milioni di persone vaccinate”.