Asfalto deformato: nuova ordinanza di divieto di transito ai mezzi pesanti

Si abbassa ulteriormente il peso dei mezzi che possono attraversare il ponte sulla ferrovia

Asfalto deformato: nuova ordinanza di divieto di transito ai mezzi pesanti
Meratese, 12 Novembre 2019 ore 13:04

Asfalto deformato: nuova ordinanza di divieto di transito ai mezzi pesanti. Il provvedimento, assunto oggi dalla provincia di Lecco con una apposita ordinanza  che entrerà in vigore dalle 15 di domani, mercoledì 15 novembre 2019, riguarda ulteriori imitazioni sulla strada provinciale ex strada statale 342 Briantea in corrispondenza del sovrappasso ferroviario tra Olgiate Molgora e Calco. Già a maggio Villa Locatelli aveva imposto lo stop ai veicoli con massa a pieno carico superiore a 44 tonnellate.

Asfalto deformato: nuova ordinanza di divieto di transito ai mezzi pesanti

A distanza di mesi la situazione non solo non si è risolta ma, evidentemente l’esigenza di sicurezza ha spinto La Provincia a “inasprire” ancora di più le limitazioni che d’ora in avanti riguarderanno i mezzi con una  massa superiore a 33 tonnellate. Ciò a causa, si legge nell’ordinanza , dello stato”di conservazione delle strutture in c.a. ad arco nonché le deformazioni del sovrastante manto
bituminoso lungo la corsia di marcia in direzione Bergamo”. Una decisione che arriva “per la sicurezza della circolazione sia stradale che ferroviaria”

Nel tratto interessato  nei comuni di Olgiate Molgora e Calco, ovvero  tra il Pk 26+500 (rotatoria tra la SPexSS 342, Via Cornello e Via Indipendenza del comune di Calco) ed il Pk 26+800 (intersezione tra SPexSS 342 e Via Stazione del comune di Olgiate Molgora ) rimaneobbligatorio un distanziamento minimo di 50 metri tra veicoli con massa a pieno carico superiore  a 3, 5 tonnellate per fare in modo che due camion non passino  contemporaneamente  sul ponte mentre il limite massimo di velocità sarà di 30 chilometri all’ora.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia