Approfittano del black out provocato dal maltempo e rubano a scuola

Derubato anche il parroco. Ma non è finita qui perchè i predoni sono letteralmente scatenati: svaligiata una villa e furto anche in un negozio. Crescono rabbia e paura.

Approfittano del black out provocato dal maltempo e rubano a scuola
Meratese, 06 Novembre 2018 ore 10:56

Approfittando del black out provocato dal maltempo alcuni malviventi sono entrati alla scuola primaria di Robbiate per rubare ben 18 computer portatili acquistati solo pochi mesi fa.

Rubano a scuola

I ladri senza cuore e senza scrupoli sono entrati in azione nella notte di lunedì scorso mentre sul Lecchese imperversava la bomba d’acqua e mentre molti comuni erano totalmente al buio. Un danno ancora  non quantificabile dal punto di vista economico, ma che ha gettato  nel dispiacere insegnanti  e alunni della scuola primaria di Robbiate. «Vedere che c’è gente che si mette a rubare in una scuola è  un duro colpo, cercheremo di dare una mano come Comune»,  il commento dell’assessore Antonella Cagliani.  

 

Predoni letteralmente scatenati nel meratese

E se questo già non bastasse purtroppo non è finita qui perchè i predoni si sono letteralmente scatenati nei giorni scorsi nel meratese. Venerdì hanno colpito  sempre a Robbiate addirittura a casa del parroco don Paolo Bizzarri, accontentandosi però di pochi spiccioli. Ben più grave quanto invece accaduto a Barzago, dove i predoni hanno messo a ferro e fuoco una villa, portando via alcuni gioielli e distruggendo mobili di pregio. Ciò dopo aver  cercato di introdursi in altri due appartamenti. Nel mirino anche «Ricerche d’habitat» a Cernusco: i ladri hanno rubato un’affettatrice. In tutta la zona crescono rabbia e paura.

Tutti i particolari sul Giornale di Merate in edicola da oggi, martedì 6 novembre . Da pc clicca qui per la versione sfogliabile, mentre sul tuo cellulare cerca e scarica la app “Giornale di Merate” dallo store.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia