Ancora un arresto per spaccio di droga

L'arresto è avvenuto in un parcheggio a Olginate

Ancora un arresto per spaccio di droga
18 Novembre 2017 ore 10:20

Fiumi di droga nel lecchese. Solo l’altro pomeriggio gli agenti della Questura hanno effettuato un blitz al Ferrhotel denunciando per spaccio 33 richiedenti  asilo. Nella notte tra giovedì e venerdì i colleghi della Polizia Stradale hanno invece arrestato a Olginate un uomo di origini marocchine. Ancora una volta per spaccio di droga.

Spaccio di droga

L’uomo, classe 1987, è stato infatti trovato in possesso di circa 6,5 grammi di cocaina e 700 euro  in denaro contante di vario taglio. Non solo ma aveva anche  materiale utile atto allo spaccio di sostanza stupefacente. In particolare gli uomini della Stradale gli hanno sequestrato  bustine in cellofane, un rotolo di pellicola trasparente ed un accendino utilizzato, verosimilmente, per la chiusura  degli involucri. Infine aveva anche  le cosiddette “palline” contenenti la sostanza stupefacente.

L’arresto

L’arresto  come detto è avvenuto  a  Olginate. Gli agenti stavano effettuando un controllo in un parcheggio poco illuminato nei pressi di un supermercato aperto 24 ore su 24.  Improvvisamente da un’auto, una Mitsubishi, erano usciti due giovani che, alla vista della pattuglia si erano dati alla fuga.  Ma dopo pochi metri di corsa  il conducente della vettura si era  fermato. L’uomo era privo di documenti. E’ stato però   identificato come S. O. classe 1987, di nazionalità marocchina, clandestino sul territorio italiano, senza fissa dimora. Non solo ma aveva anche numerosi precedenti per furti e spaccio.

La perquisizione

Per evitare ulteriori coinvolgiment il marocchino aveva  pure tentato di distruggere il suo telefono cellulare lanciandolo violentemente a terra. E’ stato però fermato dai poliziotti. A quel punto, dopo il fermo, è scattata la perquisizione che ha permesso di trovare droga, soldi e materiale.  Inoltre l’uomo è stato sanzionato tra le altre cose per la circolazione con veicolo privo di assicurazione e revisione.

La convalida dell’arresto

All’udienza del 16 novembre, oltre alla convalida dell’arresto è stata disposta la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e dell’obbligo di dimora in provincia di Bergamo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia