Alla Triennale di Milano spopola la social pizza meratese

Porta la firma di Cristian Marasco. Nato a Lecco da famiglia di origini campane, è cresciuto a "pizza e latte".

Alla Triennale di Milano spopola la social pizza meratese
Meratese, 13 Febbraio 2018 ore 17:14

Alla Triennale di Milano spopola la social pizza meratese.

La social pizza meratese

La pizza di Cristian Marasco, pluripremiato pizzaiolo meratese, è «arrivata» al piano terra della Triennale di Milano.
Ma non si tratta di una pizza qualunque, ma di una «Social Pizza». Una pizza che non vuole essere egiziana (tradizionalmente larga e sottile), né napoletana (quella con il classico bordo a canotto) e nemmeno gourmet (una base di pasta su cui impiattare un caleidoscopio di ingredienti ricercati), ma una pizza buona, bella e anche leggera.

Da Merate al capoluogo lombardo

Una pizza voluta da Stefano Cerveni e Ugo Fava, ma che porta la firma di Cristian Marasco con cui c’è subito stata affinità di pensiero: esperto pizzaiolo di origini campane cresciuto a «latte e pizza», che ha conquistato il successo partendo dal locale di famiglia – la Grotta Azzurra – a Merate.

Chi è Marasco

Classe 1978, ha mosso i primi passi da bambino, quando a 7 anni impastava le pizze nel ristorante di famiglia, mettendosi in piedi su una cassetta dell’acqua. Nato a Lecco da famiglia di origini campane, è cresciuto a «pizza e latte», accumulando esperienza nel settore (attraverso corsi e master di specializzazione) e premi in Italia e all’estero. Oggi gestisce tre ristoranti (a Merate, Bonate Sopra e Malgrate) oltre a seguire la consulenza per Triennale Social Pizza (a Milano).

Tutti i particolari sul Giornale di Merate in edicola dal 13 febbraio

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia