Lutto

Addio al professor Mangioni, vero luminare della ginecologia

Si è spento ieri sera all'età di 84 anni. E' stato tra i più autorevoli clinici in Italia in campo ginecologico.

Addio al professor Mangioni, vero luminare della ginecologia
Lecco e dintorni, 27 Ottobre 2020 ore 14:30

Addio al professor Mangioni, luminare della ginecologia originario di Abbadia Lariana. Costantino Mangioni, già primario del reparto di Ginecologia e Ostetricia del San Gerardo e attivo anche all’ospedale Manzoni di Lecco con il dottor  Antonio Pellegrino, è morto nella serata di ieri, lunedì 26 ottobre, all’età di 84 anni.

Addio al professor Mangioni

Il professor  Mangioni, tra i più autorevoli clinici in Italia in campo ginecologico nonché ex primario del reparto di Ginecologia e Ostetricia del San Gerardo. lascia un grande vuoto nella comunità medica E’ stato una figura d’eccellenza nel campo della Ginecologia, più volte premiato per la sua professionalità. Per diversi anni titolare della cattedra di Ostetricia e Ginecologia del Dipartimento di Scienze Chirurgiche, presso la facoltà di Medicina dell’Università di Milano Bicocca. Nel 2011 aveva avviato la sua collaborazione con il Manzoni, a supporto dell’attività della struttura di Ostetricia e Ginecologia.

Lunga e caratterizzata dall’eccellenza la sua carriera a  Monza dove era rrivato  nel 1981 dopo aver svolto la professione alla Mangiagalli di Milano. A Monza aveva  guidato il reparto di Ginecologia e Ostetricia del San Gerardo fino al 2007.  Tra le tante soddisfazioni ottenute nel presidio brianzolo, come lui stesso aveva ricordato nel corso di una serata al Rotary di Monza nel 2008, i passi avanti nella ricerca e i progressi nella cura dei tumori, oltre all’aumento dei parti patologici che il San Gerardo aveva saputo affrontare con accresciuta competenza. E poi il vanto di aver portato l’urodinamica in Italia assieme al collega Rodolfo Milani.

 

 

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia