Acque inquinate, il lago di Garlate riceve il cartellino rosso

Le lamentele dei cittadini: "Il lago non è balneabile, è pieno di alghe ed emana un odore sgradevole".

Acque inquinate, il lago di Garlate riceve il cartellino rosso
Lecco e dintorni, 03 Luglio 2018 ore 17:20

Anche quest’anno le acque del lago di Garlate risultano inquinate. Il lago in località La Punta a Pescate non è balneabile.

Lago di Garlate e l'odore sgradevole

E non solo: inizia anche ad emanare un odore decisamente sgradevole, soprattutto in zona Alzaia. Godersi una passeggiata sulla pista ciclabile è diventato impossibile in queste condizioni e le lamentele iniziano ad essere parecchie. Il sindaco Dante De Capitani ha scritto una lettera a Lario Reti Holding per chiedere chiarimenti in merito al funzionamento del depuratore.

Il problema delle alghe

A questo si aggiunge il problema delle alghe che puntualmente si ripresentano quando le temperature nel periodo estivo tendono ad alzarsi. Dante De Capitani, amareggiato per questa situazione, ha voluto ancora una volta esprimere il suo pensiero: “Le alghe stanno invadendo tutto e a questo punto, anche se fossero balneabili, non si immergerebbe nessuno in questo lago. Credo che manchi una seria politica di prevenzione del fenomeno alghe; ci vorrebbe un progetto scientifico condiviso fra tutti gli enti che hanno competenze sul lago”.

Tutti i particolari sul Giornale di Lecco in edicola da oggi, lunedì 25 giugno Da pc clicca qui per la versione sfogliabile, mentre sul tuo cellulare cerca e scarica la app “Giornale di Lecco” dallo store.

Mario Stojanovic