Cronaca
Indagini in corso

A volto coperto distruggono le telecamere a coltellate

"Gli autori, giovanissimi, potrebbero aver agito per nascondere appuntamenti ripresi dall'impianto di videosorveglianza"

A volto coperto distruggono le telecamere a coltellate
Cronaca Lecco e dintorni, 20 Settembre 2021 ore 13:41

A volto coperto distruggono le telecamere a coltellate. Nel mirino sono finite le cinque postazioni   installate da soli due mesi al parco Addio Monti di Pescate, nella zona delle cucine dell'area delle feste. Gli strumenti di videosorveglianza, secondo quanto denunciato dal sindaco Dante De Capitani,  sono stati devastati la scorsa settimana da una banda di giovani.

A volto coperto distruggono le telecamere a coltellate

Circa quattromila euro il danno causato.  "A viso coperto da cappuccio e approfittando del buio della notte, salendo sul tetto delle strutture hanno divelto le telecamere installate, fracassandole a colpi di coltello e corpi contundenti  - spiega de Capitani -  Ma prima di finire fuori uso le telecamere avevano  registrato tutto, fin nei minimi particolari essendo apparecchiature ad infrarossi ed ad alta definizione".

Si stringe il cerchio

Il Comando della polizia locale confrontando da remoto  le 66 telecamere installate in paese, di cui ben 18 hanno immortalato i giovani prima e dopo aver compiuto il fatto, e avvalendosi del lettore targhe sta stringendo il cerchio sui responsabili.

5 foto Sfoglia la gallery

"È la prima volta che alcune telecamere di videosorveglianza vengono messe fuori uso, e proprio in una zona dove tanti giovani da tutto il territorio lecchese sono soliti ritrovarsi,  darsi appuntamento e passare le serate in compagnia - aggiunge il primo cittadini - Proprio il fatto di essere ripresi dalle telecamere nei loro appuntamenti,  potrebbe aver portato loro a mettere fuori uso il sistema di videosorveglianza.  Quando il comandante mi ha avvisato del fatto non volevo crederci, ragazzini in giro di notte a compiere atti vandalici proprio nel loro punto di ritrovo. Evidentemente quelle telecamere davano fastidio ma le rimetteremo ancora, perchè a Pescate zone dove ognuno fa quello che vuole non ce ne  sono. E le rimetteremo a spese dei responsabili o in caso di minorenni dei loro genitori."

Le indagini

Essendo state danneggiate  apparecchiature pubbliche comunali,  il reato è procedibile d'ufficio e le Forze dell'Ordine congiuntamente con la Polizia locale stanno completando gli accertamenti.