A tu per tu con la leggenda di Giuseppe Moioli

Intervista al mitico olimpionico del canottaggio che ha 91 anni ma non ha mai appeso i remi al chiodo.

A tu per tu con la leggenda di Giuseppe Moioli
Lago, 01 Gennaio 2019 ore 17:33

Giuseppe Moioli a 91 anni è ben lungi dal «mollare». Anzi. Lui che è stato il «papà» di tanti campioni si lamenta di non avere abbastanza allievi.

Il mitico Moioli ancora a remi

Reduce da un piccolo intervento ad una gamba, ci ha concesso un’intervista a tutto campo, mentre allenava i ragazzi. Abbiamo incontrato Giuseppe Moioli, 91 anni, la leggenda del canottaggio, nella palestra del Lido, dove si reca ad allenare le nuove leve di una disciplina sportiva che lo ha visto a vertici mondiali.

Nel suo palmares quattro partecipazioni olimpiche (oltre a Londra '48 anche Helsinki '52 e Melbourne '56, sempre sul quattro senza, e poi Roma '60 da riserva), un titolo mondiale e cinque Europei.

 

L’intervista avviene sulle panche della Canottieri, ai bordi dell’aula ginnica, mentre tra una risposta e l’altra controlla i ragazzi che si allenano, corregge la postura, da qualche consiglio sulla respirazione. «Appena dismetto le stampelle - ci ci dice con la determinazione che lo contraddistingue - torno in canoa».

L'intervista sul Giornale di Lecco in edicola.