Attualità
Viabilità

Via il passaggio a livello di Bellano: ci siamo

I lavori per l’eliminazione del passaggio a livello dovrebbero prendere il via nel 2023 e concludersi in circa 18 mesi

Via il passaggio a livello di Bellano: ci siamo
Attualità Lago, 20 Dicembre 2022 ore 09:01

Prosegue l’imponente iter progettuale che porterà all’avvio dei lavori per l’eliminazione del passaggio a livello di Bellano: durante l’ultima seduta di Consiglio comunale è stata approvata la bozza di convenzione fra gli enti coinvolti nell’opera - Comune di Bellano, Rfi, Anas, Provincia di Lecco. Mentre con apposita convenzione di Giunta comunale e regionale sarà ratificato il contributo del “Piano Lombardia” di 2 milioni di euro assegnato da Regione al Comune di Bellano per quest’opera. Lo stesso documento è stato oggetto di discussione in occasione del Consiglio provinciale di ieri, lunedì 19 dicembre 2022; quindi ora passerà a Rfi e Anas.

Via il passaggio a livello di Bellano: ci siamo

“Tutto ciò rappresenta un ulteriore passo avanti verso la realizzazione di un’opera essenziale per il nostro territorio. Un’opera storica e strategica - sottolinea il sindaco di Bellano, Antonio Rusconi - La convenzione permetterà di mettere nero su bianco i ruoli, i compiti e i doveri dei vari enti coinvolti: il progetto esecutivo e la realizzazione dei lavori saranno in carico a Rfi, così come la maggior parte dell’investimento economico".

Il Comune di Bellano metterà a disposizione i fondi regionali ricevuti di due milioni di euro, la Provincia di Lecco darà i nulla osta per quanto di propria competenza sulla viabilità, mentre Anas contribuirà economicamente nella misura che verrà definita in base a un accordo con Rfi. Inoltre mentre Anas accetta di acquisire il nuovo tracciato stradale, mentre il Comune a fine opera acquisirà nel proprio patrimonio i tracciati di strada e le aree a verde risultanti.

Se ne parla da 100 anni

“L’eliminazione del passaggio a livello è un’opera di cui a Bellano si parla da oltre cent’anni e oggi, finalmente, siamo oramai alle fasi finali di questo immane progetto durato 6 anni. - continua il sindaco - Per quanto riguarda la nostra Amministrazione, ci siamo dati da fare sin dalla nostra elezione per raggiungere questo obiettivo. Nel 2016, in occasione del primo tavolo sovra comunale al quale abbiamo partecipato, abbiamo messo in chiaro che i progetti strategici per lo sviluppo del territorio, per noi, sarebbero stati l’eliminazione del passaggio a livello, il rilancio dell’Orrido e quello del Cotonificio. Possiamo dire oggi di essere a buon punto: il rilancio dell’Orrido è una realtà, il Cotonificio è stato venduto e sarà oggetto di un importante intervento di riqualificazione, mentre i lavori per l’eliminazione del passaggio a livello dovrebbero prendere il via nel 2023 e concludersi in circa 18 mesi”.

L’Amministrazione comunale è orgogliosa di aver raggiunto un obiettivo tanto importante per il paese e per l’intero territorio, ma non dimentica chi, in questi anni, ha collaborato e dato supporto affinché si potesse raggiungere il traguardo. Tanto che il sindaco Rusconi conclude affermando: “Questo progetto rappresenta la comunione di intenti di tutto il territorio e degli enti superiori che tutti insieme hanno condotto in porto quest’opera così strategica. A partire dal 2016 ci siamo confrontati con enti e amministratori, ai quali ora esprimo grande riconoscenza: gli allora presidenti di Comunità montana e Provincia, Carlo Signorelli e Flavio Polano; tutti gli Amministratori provinciali che si sono susseguiti, i dirigenti e i tecnici di Rfi con cui abbiamo avuto proficui incontri, in particolar modo Flavio Nogara, già membro del consiglio del gruppo “Ferrovie dello Stato”, i rappresentanti di Regione Lombardia del territorio Antonello Formenti, Daniele Nava, Antonio Rossi e un grazie particolare a Mauro Piazza che ci ha seguito convintamente in tutti questi anni”.

Seguici sui nostri canali