MONTE MARENZO

Un "sasso" per ricordare gli alpini che hanno salvato la chiesa di Santa Margherita

Una cerimonia toccante quella organizzata dalle Penne Nere dirette dal capogruppo Ruben Carsana

Un "sasso" per ricordare gli alpini che hanno salvato la chiesa di Santa Margherita
Attualità Valle San Martino, 04 Luglio 2021 ore 18:54

E' stato benedetto e inaugurato oggi, domenica 4 luglio 2021, il "sasso" per ricordare gli alpini che hanno salvato la chiesa di Santa Margherita. Una cerimonia toccante quella organizzata dalle Penne Nere di Monte Marenzo, dirette dal capogruppo Ruben Carsana, fortemente voluta per rendere omaggio a quanti hanno restituito alla comunità del piccolo centro della Valle San Martino un luogo di cultiO fede e devozione, ma anche un'area destinata alla convivialità.

Un "sasso" per ricordare gli alpini che hanno salvato la chiesa di Santa Margherita

"Da tempo desideravamo onorare gli Alpini e gli amici degli Alpini che hanno contribuito con il loro lavoro e il loro sostegno a salvare la  chiesetta di Santa Margheritra - ha detto questa mattina il capogruppo durante l'inaugurazione che ha visto anche la partecipazione del sindaco Paola Colombo - Da quest'opera è iniziato un cammino che ci ha portato a realizzare anche il Parco Penne Nere e a donare alla comunità uno spazio di tranquillità e occasioni di socialità". Una piccola oasi immersa nel verde alla cui realizzazione  hanno lavorato, con grande e consueto impegno, gli alpini.

Ma perchè proprio un sasso per celebrare tutto questo? "Perchè è stato detto che noi Alpini siamo tutti d'un pezzo  - ha rimarcato Carsana - Duri come la roccia delle montagne su cui arrampichiamo. Adagio, misurando i passi e le forze, impegnandoci di persona, confortati dalla simpatia di molti e dall'aiuto di socie e amici. Credo che la roccia rappresenti bene il nostro modo di operare per il bene di tutti".

"Oggi lasciamo in questo luogo un sasso per ringraziare chi ci ha preceduto e per l'esempio che ci ha dato, ma vogliamo anche che questo segno sia di buon auspicio - ha concluso il capogruppo rivolgendosi a tutti i presenti  - la generosità, il lavoro, la gratuità siano i valori guida della vostra vita come lo furono per coloro che oggi ricordiamo".