Attualità
Pendolari infuriati

Treni, Straniero: “Cinque soppressioni in un pomeriggio: Regione risponda dell’ennesimo disagio”

"E' inutile continuare a dare bonus un mese per l’altro: è meglio pagare il prezzo pieno dell’abbonamento, ma sapere di poter tornare a casa la sera”

Treni, Straniero: “Cinque soppressioni in un pomeriggio: Regione risponda dell’ennesimo disagio”
Attualità Lecco e dintorni, 23 Novembre 2022 ore 15:36

“Come possono fare pendolari, studenti e lavoratori, e utenti saltuari a spostarsi tra Lecco e Como sui treni se nell’arco di un pomeriggio ne vengono soppressi addirittura cinque? Qui siamo veramente alla fantascienza!”. E' senza parole Raffaele Straniero, consigliere regionale del Pd, dopo l’ennesimo giorno di passione sulla Como-Molteno.

Treni, Straniero: “Cinque soppressioni in un pomeriggio: Regione risponda dell’ennesimo disagio”

Straniero sta per depositare un’ennesima interrogazione che chiede spiegazioni anche su questa vicenda: “I miei atti si stanno accumulando, ma non per questo mi tiro indietro e anche sull’episodio di ieri voglio chiedere spiegazioni all’assessore regionale ai Trasporti Terzi e se sono previsti interventi affinché non si ripetano situazioni simili. Per quanto posso mi faccio portavoce di pendolari, ma certamente chi deve rispondere sta a Palazzo Lombardia, in Giunta, non al Pirellone. E a Lecco una parola sul futuro degli utenti delle ferrovie è attesa”.

"Bonus inutili"

Come dicono gli stessi Comitati dei pendolari, “è inutile continuare a dare bonus un mese per l’altro: è meglio pagare il prezzo pieno dell’abbonamento, ma sapere di poter tornare a casa la sera”, conclude il consigliere dem.

Seguici sui nostri canali