Lecco

Stop alla "movida violenta": il sindaco di Lecco emana l'ordinanza anti alcol

Dal 2 luglio e fino al 2 agosto misure restrittive a prevenzione dell'incolumità pubblica

Stop alla "movida violenta": il sindaco di Lecco emana l'ordinanza anti alcol
Attualità Lecco e dintorni, 01 Luglio 2021 ore 20:18

Stop alla movida violenta: il sindaco di Lecco emana l'ordinanza anti alcol. Un provvedimento che era nell'aria e che arriva con l'obiettivo di porre un freno deciso agli "animi surriscaldati" che in queste settimane hanno infiammato la città provocando risse e aggressioni. Nella giornata del 30 giugno in Prefettura a Lecco, si è riunito il  Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica  a seguito del quale il sindaco ha firmato il provvedimento relativo a misure restrittive a prevenzione dell'incolumità pubblica che scatterà il 2 luglio e rimarrà in vigore (almeno) sino al 2 agosto.

Stop alla movida violenta: il sindaco di Lecco emana l'ordinanza anti alcol

"A fronte degli episodi dolosi verificatisi nel corso del mese di giugno in città, accertati dalle forze dell’ordine con individuazione dei responsabili e sfociati nell’adozione da parte del Questore di Lecco di divieti di accesso a esercizi pubblici e permanenza nelle immediate vicinanze, fenomeni sempre più spesso causati dall’abuso di bevande alcoliche assunte in modalità di aggregazione in spazi aperti in orario serale e notturno, il provvedimento adottato prevede il divieto di:

vendita per asporto di bevande alcooliche di qualsiasi gradazione da parte dei pubblici esercizi e dei locali di pubblico spettacolo;

- vendita per asporto di bevande alcoolichedi qualsiasi gradazione da parte di esercizi commerciali, attività artigianali e distributori automatici;

- detenzione e consumo di bevande alcooliche di qualsiasi gradazione;

- detenzione di bevande di qualsiasi genere in contenitori di vetro o di metallo.

vendita per asporto di bevande alcooliche di qualsiasi gradazione da parte dei pubblici esercizi e dei locali di pubblico spettacolo;

- vendita per asporto di bevande alcooliche di qualsiasi gradazione da parte di esercizi commerciali, attività artigianali e distributori automatici;

- detenzione e consumo di bevande alcooliche di qualsiasi gradazione;

- detenzione di bevande di qualsiasi genere in contenitori di vetro o di metallo"

Il divieto si applica tutti i giorni della settimana dalle ore 19 alle ore 5 da venerdì 2 luglio a lunedì 2 agosto, nelle vie e nelle aree elencate di seguito e nel provvedimento e visibili nella mappa qui sotto.

Dove sarà in vigore l'ordinanza

ZONA CENTRO E LUNGOLAGO
VIA LEONARDO DA VINCI –VIA RAFFAELLO –VIA CANTU’ –VIA NULLO -LUNGO LARIO ISONZO -VIALE COSTITUZIONE -LARGO EUROPA -VICOLO DELLA TORRE -VIA SAURO -VIA CORNELIO -VIA TOMMASO GROSSI -PIAZZA AFFARI -PIAZZA GARIBALDI –PIAZZA XX SETTEMBRE-PIAZZA CERMENATI-PIAZZA MAZZINI –VICOLO TORCHIO-VICOLO GRANAI-PIAZZA MANZONI –VIALE DANTE -VIA CARLO CATTANEO–VIAMONTELLO-VIA ROMA -VIA F.LLI CAIROLI -VIA CAVOUR -VIA MASCARI -VIA AIROLDI -VIA DEL POZZO -VIA ANGHILERI -PIAZZA SANTA MARTA -VIA BOVARA -VIA SAN NICOLO’ -VICOLO ARONNE CIMA -VIA PARINI –VIA ONGANIA –VIA TURATI-VIA RESINELLI -VIA PIETRO NAVA -VIA NINO BIXIO -VIA MALPENSATA -VIA SIRTORI -VIA TORRE TARELLI –LUNGO LARIO CESARE BATTISTI -PIAZZA STOPPANI -LUNGO LARIO CADORNA-LUNGO LARIO PIAVE-LUNGO LARIO 4 NOVEMBRE;

ZONA STAZIONE
VIA SASSI –PIAZZA DIAZ –PIAZZA LEGA LOMBARDA-VIA VOLTA -LARGO MONTENERO-VIA GRASSI-VIA BALICCO;

ZONA “MERIDIANA”
AREA PARCHEGGIO GREEN MERIDIANA-AREE DI PERTINENZA DEL CENTRO MERIDIANA APERTE AL PUBBLICO

Il sindaco di Lecco Mauro Gattinoni e l'assessore alla Coesione sociale Simona Piazza

"Di fronte agli episodi delle ultime settimane è cresciuta la preoccupazione tanto tra i cittadini così come tra coloro che sono preposti a garantire l'ordine e la sicurezza pubblica - spiegano il sindaco di Lecco Mauro Gattinoni e l'assessore alla Coesione sociale Simona Piazza - pertanto il COSP ha valutato di coordinare sia iniziative di prevenzione e controllo sia di rinforzo normativo, al fine di rendere più efficace la repressione e le sanzioni: questa ordinanza va proprio in questo senso. Qualsiasi aziona, però, è vana se viene a mancare da un lato la presenza delle famiglie (e la responsabilità verso i figli minori) sia la comprensione e la collaborazione dei commercianti. Ci troviamo, infatti, davanti a uno sforzo non solo per garantire maggiore sicurezza per tutti ma anche e soprattutto per ristabilire quella convivenza civile che è l'obiettivo più importante cui tendere".