Attualità
Villa Locatelli

Servizio civile universale: presentati i tre programmi lecchesi

Complessivamente le sedi di attuazione di progetto sono 16, per un totale di 28 volontari richiesti.

Servizio civile universale: presentati i tre programmi lecchesi
Attualità Lecco e dintorni, 05 Giugno 2022 ore 09:36

La Provincia di Lecco ha depositato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile universale, tre programmi d’intervento, uno con Parco Nord Milano, uno con Caritas Italiana e Focsiv Volontari nel mondo, uno con Caritas Italiana e Acli Aps, predisposti con il coinvolgimento degli enti interessati.

Servizio civile universale: presentati i tre programmi lecchesi

Si tratta di piani d’azione studiati e motivati che coinvolgono aree di grande interesse e raccontano i bisogni non soddisfatti del territorio. I giovani avranno la possibilità di scegliere di svolgere la loro esperienza di crescita umana, professionale e di cittadinanza attiva in diversi ambiti di intervento: patrimonio storico, artistico e culturale, ambientale e riqualificazione urbana, salvaguardia e tutela di parchi e oasi naturalistiche, valorizzazione sistema museale, assistenza disabili, minori, adulti, terza età e altri soggetti in condizione di disagio o esclusione sociale.

L'anno scorso importante investimento sui giovani

Lo scorso anno la Provincia di Lecco ha intrapreso un importante investimento a favore dei giovani, introducendo il percorso di tutoraggio, con la finalità di promuovere la presa in carico del volontario da parte degli operatori specializzati dei Centri per l’impiego di Lecco e Merate, per costruire con i volontari la ricerca attiva del lavoro, rendendo evidenti le competenze acquisite durante l’esperienza di servizio civile universale.

Servizio civile universale: le competenze acquisite

Le competenze acquisite durante l’esperienza di servizio civile universale si declinano in maggiori competenze personali, interpersonali e interculturali e riguardano tutte le forme di comportamento che consentono alle persone di partecipare in modo efficace e costruttivo alla vita sociale e lavorativa del territorio.

L'obiettivo di quest'anno

Per la progettualità 2022/2023 la Provincia di Lecco ha deciso di investire ulteriormente sui giovani, introducendo nel percorso di formazione civica dei ragazzi la certificazione delle competenze ai sensi del decreto legislativo 13/2013, che verrà rilasciata dalla Provincia di Lecco, Direzione organizzativa VI – Lavoro e Centri impiego, soggetto titolato ai sensi del decreto regionale 9380 del 22/10/2012.

Identificazione e riconoscimento delle competenze

Il processo di identificazione e riconoscimento delle competenze professionali, nel caso del servizio civile, è preceduto da un percorso di identificazione e di riconoscimento delle competenze, che consente al volontario di prendere consapevolezza delle proprie conoscenze teoriche e abilità pratiche. Questo percorso si realizzerà durante la durata del progetto di servizio civile. I due percorsi di identificazione/riconoscimento e di certificazione si integrano e sono complementari.

Attestato di certificazione

L’attestato di certificazione delle competenze sarà pertinente al settore progettuale e alle attività svolte dagli operatori volontari in servizio civile e ha lo scopo di rendere trasparente quanto il soggetto “sa fare”. E’ uno strumento utile ai fini dell’inserimento nel mercato del lavoro, della ricollocazione lavorativa o per la ripresa degli studi e verrà rilasciato al termine del periodo di servizio civile a seguito di esame scritto e orale, che consentirà di valutare le conoscenze teoriche e le abilità pratiche acquisite

La Presidente della Provincia di Lecco Alessandra Hofmann

“L’esperienza di servizio civile - commenta la Presidente della Provincia di Lecco Alessandra Hofmann - fornisce ai giovani strumenti per partecipare con responsabilità alla vita sociale della loro comunità, favorendo una partecipazione attiva e democratica nella società. La Provincia di Lecco, al suo quattordicesimo anno d’operatività in qualità di ente accreditato al sistema di servizio civile, è orgogliosa di contribuire all’attuazione di alcuni degli obiettivi dell’Agenda 2030. Ringrazio tutti gli enti e gli operatori che contribuiscono allo sviluppo di questo straordinario istituto e auspico che il Dipartimento della Gioventù e Servizio civile universale metta a disposizione le risorse economiche per finanziare tutti i programmi depositati”.

La Consigliera provinciale delegata al Servizio civile Fiorenza Albani 

La Provincia di Lecco, al secondo anno di collaborazione con il Parco Nord Milano, quest’anno ha esteso il proprio orizzonte di azione ampliando la rete di collaborazioni con i nuovi partner Caritas Italiana, Acli Aps e Focsiv Volontari nel mondo. Inoltre, con l’intento di alzare il livello qualitativo dei programmi d’intervento, quest’anno è stata introdotta la certificazione delle competenze, riconoscimento giuridicamente ufficiale delle conoscenze teoriche e delle abilità pratiche acquisite dai giovani durante l’esperienza di servizio civile”.

Il Presidente di Parco Nord Milano Marzio Marzorati

 “I giovani sono l'anima del mondo e il servizio civile universale rappresenta l'opportunità che il loro contributo creativo e attivo diventi una esperienza di educazione, formazione e convivenza. I parchi lombardi hanno dimostrato con questi progetti, grazie al fertile rapporto interistituzionale, di saper mettere in relazione le capacità dei giovani e il loro entusiasmo con la responsabilità della cura del bene comune. I parchi sono giovani perché da sempre in stretto contatto con le comunità del territorio e con le loro aspirazioni sociali ed economiche. Quello che serve alle aree protette lombarde, avvicinandosi ai 40 anni della legge che le ha costituite, è una forte collaborazione, interazione e creazione di esperienze. In questa direzione va il servizio civile universale, noi siamo felici di ospitare questi giovani e la loro voglia di cambiare il mondo”.

 Luciano Gualzetti, direttore di Caritas Ambrosiana e delegato regionale Caritas Lombardia

“La rete Caritas ha un’esperienza ultradecennale nella definizione e nella conduzione di progetti di servizio civile - afferma Luciano Gualzettidirettore di Caritas Ambrosiana e delegato regionale Caritas Lombardia - esperienza che mette volentieri a disposizione di territori, soggetti e istituzioni locali. Le partnership risultano vincenti, anche nel settore del servizio civile, per elevare qualità dei percorsi e capacità di raggiungere capillarmente i giovani. Nella collaborazione con le amministrazioni locali, noi cerchiamo di portare il valore aggiunto della cultura della prossimità: ai giovani va dato modo di sperimentare che la solidarietà deve poggiare su una base di diritti garantita a tutti i soggetti deboli e deve evolvere nella cura personalizzata riservata a ciascuno di loro”.

I programmi

La presentazione dei programmi e dei progetti si inserisce nell’ambito della terza annualità di programmazione, definita nel piano triennale 2020-2023, cui seguirà, entro l’anno, l’emanazione del bando di selezione che permetterà ai giovani, nel 2023, di svolgere l’esperienza di servizio civile impegnandosi attivamente in favore delle comunità del Paese.

Complessivamente le sedi di attuazione di progetto sono 16, per un totale di 28 volontari richiesti.

L’iter prosegue ora con la valutazione dei progetti da parte del Dipartimento della Gioventù e Servizio civile universale.

Programma con Parco Nord Milano Articolo 9 – interesse nelle nuove generazioni

Progetto Ambiente – mobilità e protezione civile: Comuni, Parchi, Comunità Montana e Provincia insieme per una nuova ripartenza.
Sedi: Provincia di Lecco, Parco Monte Barro Pasturo, Primaluna, Villa Monastero, Ecomuseo Valvarrone, Comunità Montana Lario Orientale e Valle San Martino.

Programma con Caritas Italiana e Acli Aps Protagonisti dell’avvenire - Lombardia

Progetto Intrecci educativi per i protagonisti di domani
Sedi: Montevecchia e Nibionno.

Programma con Caritas Italiana e Focsiv Volontari nel mondo Partecipare si può - Lombardia

Progetto Ali di farfalla: un battito per la vita e la non violenza
Sedi: Aido, L’altra Metà del Cielo

Per informazioni e comunicazioni: telefono 0341 295332, e-mail servizio.civile@provincia.lecco.it.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter