Attualità
eMOZIONE

Salvò quasi 300 persone intrappolate su una nave in fiamme: lecchese premiato dal presidente Mattarella

Medaglia di bronzo per l'eroico maggiore Simone Cristalli

Salvò quasi 300 persone intrappolate su una nave in fiamme: lecchese premiato dal presidente Mattarella
Attualità Valle San Martino, 13 Luglio 2022 ore 14:30

Salvò quasi 300 persone intrappolate su una nave in fiamme: lecchese premiato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Stiamo parlando del Stiamo parlando del maggiore Simone Cristalli,  originario di Calolziocorte, classe 1985  comandante del Pattugliatore Multiruolo P.01 «Monte Sperone», che nella notte tra il 17 e il 18 febbraio scorso si era prodigato, insieme al suo equipaggio, per prestare soccorso alla motonave «Euroferry Olympia»

Salvò quasi 300 persone intrappolate su una nave in fiamme: lecchese premiato dal presidente Mattarella

Un dramma che aveva rischiato di trasformarsi in tragedia: il  comandante aveva dichiarato l’abbandono nave a causa di un disastroso incendio divampato a bordo. Dimostrando particolare coraggio, straordinaria abnegazione, generoso slancio ed elevatissima professionalità, Cristalli aveva compiuto  il salvataggio di 278 persone, di cui 243 accolte sull’unità navale del corpo.

Il maggiore Simone Cristalli

"Eravamo partiti intorno alle 23 da Corfù per fare rientro in Italia e, durante la nostra normale attività di ascolto sulle frequenze del soccorso marittimo, abbiamo ascoltato una comunicazione dal traghetto alle autorità greche che riferiva di avere del fumo a bordo. Subito ci siamo resi disponibili, in quanto vicini e in grado di fornire assistenza - ci aveva raccontato dopo il salvataggio il maggiore.

Una situazione che è apparsa subito di massima urgenza, con la nave avvolta da fiamme molto alte e con i passeggeri in fuga. Di li a poco, il primo salvataggio: "Abbiamo trovato - racconta Cristalli - una persona in acqua che abbiamo subito recuperato, quindi una seconda che stava scendendo dalla biscaggina. Erano già in mare due scialuppe di salvataggio, con i passeggeri e i membri dell’equipaggio a bordo pronte per essere recuperate dopo essere state condotte sotto la nostra nave".

La nave in fiamme

In queste fasi concitate, essendo l'unica unità navale presente in zona, l'autorità marittima greca ha tempestivamente nominato Cristalli, in qualità di comandante di bordo, coordinatore dei soccorsi sul posto (in gergo tecnico OSC, On Scene Coordinator): "Mi hanno dato la disponibilità di quattro motovedette della Guardia Costiera greca, arrivate di lì a breve.  Con la mia nave, abbiamo salvato in totale 244 persone trasbordando uomini, donne e bambini dalle lance. La situazione era molto delicata perché erano molto sovraffollate, in quanto i passeggeri erano stipati su sole due scialuppe di salvataggio poiché le altre erano state danneggiate dalle fiamme".

Le persone  soccorse erano molto provate.

"Alcune di loro molto spaventate da quanto avevano visto e percepito a bordo della nave. Una volta imbarcati, però, era visibile il loro sollievo e le loro reazioni erano diverse: alcuni ridevano, altri piangevano. Noi, invece, siamo abituati a gestire situazioni con un elevato livello di tensione. Nel mentre si pensa solamente a salvare vite umane e mettere in atto tutte le procedure. Poi, solo nei giorni successivi, si metabolizza quanto successo e subentra l'orgoglio e la soddisfazione di aver salvato tante vite"

Medaglia di bronzo

L’operazione di salvataggio, è valsa al maggiore e a tutti i 27 membri del suo equipaggio la medaglia di bronzo al valore, insieme all’onore di essere stati ricevuti direttamente dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dalla Giunta comunale di Messina.

La premiazione

«Questa onorificenza – ha spiegato il maggiore Cristalli – rappresenta il coronamento di un lungo percorso ed è sicuramente per noi motivo di grande orgoglio anche in virtù del fatto che non viene concessa spesso dalla nostra amministrazione. Ci fa sentire molto orgogliosi e soddisfatti di tutto il lavoro che quotidianamente svolgiamo spesso in maniera silenziosa, dietro ai riflettori, e che con questo riconoscimento, ma anche con tutti quelli ricevuti in ambito locale, viene ripagato».

Chi è il maggiore Cristalli

Nato a Lecco il 27 agosto del 1985, Cristalli si è arruolato in Finanza nel 2007. Dopo gli studi in Accademia è entrato a far parte del comparto navale. Dal 2012 al 2016, alla stazione navale di Palermo, è stato al comando di un guardiacoste di 27 metri. Nel 2016 è stato trasferito alla sezione operativa navale di Catania. Dal 2019 è in forze al Gruppo Aeronavale di Messina dove ricopre incarichi di comando di unità navali maggiori.

Il riconoscimento stato  assegnato durante la festa per il 248° anniversario di fondazione del Corpo, svoltasi a Roma nella splendida cornice di Villa Spada .

Luca de Cani

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter