Attualità
Camera di commercio

Responsabilità Sociale delle Imprese, nuova edizione del corso SMART

L’edizione 2021-2022 del corso mira a formare figure professionali in grado di assumere il ruolo di CSR manager

Responsabilità Sociale delle Imprese, nuova edizione del corso SMART
Attualità Lecco e dintorni, 23 Novembre 2021 ore 12:22
 Al via la nuova edizione del corso in Responsabilità Sociale delle Imprese, nell’ambito di SMART, iniziativa che da oltre tre anni accompagna le aziende in percorsi di sostenibilità, promossa da Camera di Commercio di Como-Lecco, Confindustria Como, SUPSI, Università Bocconi e SQS.
 L’edizione 2021-2022 del corso mira a formare figure professionali in grado di assumere il ruolo di CSR manager e di fornire inoltre una formazione modulare di breve durata su temi specifici, approfondendo aspetti sia teorici che pratici, grazie all’esperienza e alla testimonianza diretta delle imprese.

Responsabilità Sociale delle Imprese, nuova edizione del corso SMART

Per le imprese interessate la Camera di Commercio di Como-Lecco mette a disposizione contributi a fondo perduto a copertura parziale delle spese per la partecipazione in due modalità:
  • corso completo (120 ore) oltre a sei moduli tematici di approfondimento (Misura A).
  • moduli tematici di approfondimento (Misura B).

Per poter accedere al contributo è necessario fare domanda entro il 30 novembre 2021. Info qui.

Il Consigliere delegato alla Sostenibilità di Confindustria Como Consigliere CCIAA Como-Lecco e AD di Fumagalli Industrie Alimentari, Francesco Pizzagalli

 Questa nuova edizione del progetto Smart è un’ulteriore opportunità per le imprese che sono chiamate ad affrontare un nuovo modello di sviluppo economico. Temi come ambiente, governance, capitale umano, rapporto con il territorio, formazione saranno i pilastri di una nuova cultura d’impresa. Il progetto che vede coinvolti, come nelle precedenti edizioni, Camera di Commercio, Confindustria, Supsi, mondo dell’università, è uno dei migliori esempi di collaborazione tra soggetti diversi che operano sul nostro territorio: “Prendiamoci cura del nostro futuro insieme”. Il progetto Smart concretamente aiuterà le aziende ad affrontare un futuro non facile ma anche portatore di opportunità. Rimettere al centro della vita di un territorio il ruolo delle aziende è il modo migliore per continuare a produrre benessere sostenibile che deve avere una legittimazione sociale.

Il Membro di Giunta Camera di Commercio Como-Lecco Roberto Magni

 La sostenibilità non riguarda le singole aziende, perché si sviluppa nelle relazioni con gli stakeholder, aziende fornitrici e clienti, collaboratori e istituzioni.
Il corso permette alle imprese di costruire il proprio percorso, ma è un’importante occasione di fare rete e creare valore condiviso.
La nuova formula del corso SMART rappresenta un’opportunità di formazione e aggiornamento professionale, progettato sulla base delle esperienze fatte nel corso degli ultimi anni e delle esigenze espresse proprio dalle imprese.

Perché partecipare al corso in Responsabilità Sociale delle Imprese? Le testimonianze di alcuni protagonisti SMART

Conoscere il reale impatto ambientale e sociale, trovare un nuovo modo di fare impresa, valutare i rischi di impresa e i rischi reputazionali e crescere con i propri clienti. Sono questi alcuni dei motivi che hanno spinto le imprese del territorio a partecipare alle prime tre edizioni del corso in Responsabilità Sociale delle Imprese.
Lisa Mazzon, Avaloq e Climate Partner: Ho lavorato circa dieci mesi nella finanza e ho capito che la mia strada mi avrebbe portata altrove, dopo aver studiato modelli e flussi finanziari volevo conoscere il loro reale impatto sulla società e sull’ambiente e ho seguito il corso di Progetto SMART. Ho cominciato a lavorare sulla sostenibilità a tempo parziale, fino a diventare Sustainability Manager della società svizzera del settore fintech Avaloq. Da gennaio entrerò a far parte della squadra italiana di Climate Partner, che si occupa di calcolare l’impronta di carbonio delle aziende, individuare i target per la loro riduzione e compensazione. Sto inseguendo la mia passione, non uno stipendio.
Fabio Ghioldi, titolare della Uniweb Communications di Cantù: Ancor prima che si parlasse di COP26 e del ruolo delle imprese rispetto al cambiamento climatico abbiamo avviato un percorso verso la sostenibilità ambientale, la responsabilità sociale di impresa e l’efficientamento energetico. Il corso di Progetto SMART mi ha aiutato a comprendere che sulla strada intrapresa già nel 2012 non potevamo essere soli. La dimensione locale, la vicinanza nelle relazioni umane, il radicamento territoriale sono condizioni indispensabili per creare un senso comune di appartenenza e di solidarietà tra le persone. Occorre creare un’economia ispirata a qualcosa di diverso dalla massimizzazione dei profitti. L’economia solidale è il cuore per lo sviluppo del nuovo fare impresa. Non ci siamo mai limitati a pensare alla sola crescita economica ma abbiamo impegnato risorse su iniziative legate al territorio e al sociale.

Giovanna Baglio, Responsabile della Sostenibilità di Ostinelli Seta: "Grazie al corso di Progetto SMART sono cresciuta sia a livello professionale che umano. Ho trasferito in azienda i temi discussi in aula, coinvolgendo i colleghi e soprattutto il titolare, che mi ha sempre appoggiato. Con lui ho condiviso i contenuti del progetto e ha capito che il percorso e l'ottenimento della certificazione finale costituivano un valore aggiunto invece di un costo. Ora il nostro obiettivo è quello di redigere il Report di Sostenibilità: abbiamo tutti gli elementi a disposizione, dobbiamo solo metterli in ordine. Mi piacerebbe sottolineare ulteriormente il valore della responsabilità di impresa, soprattutto in merito al riconoscimento della supply chain. Un altro aspetto fondamentale che ho apprezzato è stata l'attenzione nei confronti della valutazione dei rischi e del fattore reputazionale, che sono fondamentali per tutte le attività aziendali".