Attualità
Ai piedi della Grigna

Resinelli Tourism Lab, buona la prima!

Radio e teatro in cammino, 17 kg di rifiuti raccolti con Legambiente, un format giovane e fresco per la prima uscita del Resinelli Tourism Lab

Resinelli Tourism Lab, buona la prima!
Attualità Lecco e dintorni, 07 Giugno 2021 ore 15:45

Partecipata la prima uscita ufficiale del Resinelli Tourism Lab molto articolata che ha visto diverse proposte di coniugazione tra ambiente, arte e comunicazione. La giornata ha permesso di mostrare concretamente quali sono le intenzioni del nuovo tour operator ossia incentivare un turismo lento e sostenibile in un territorio che ha molto da offrire, sia da un punto di vista naturalistico che storico e culturale. Una nuova proposta per la montagna e in particolare per i Piani dei Resinelli, il cui rilancio sta a cuore ai due trentenni Simone Masdea e Sofia Bolognini, protagonisti della start-up.

Resinelli Tourism Lab, buona la prima!

Il primo assaggio di turismo lento e sostenibile è avvenuto con Alberi Maestri, una performance itinerante da seguire, in mix dal vivo e in cuffia, questa volta affidata a Scarlattine Teatro, lungo un percorso di due ore da Ballabio ai Resinelli, attraverso i boschi e lungo il sentieri della Valgranda. Tra musica e storie di uomini e alberi, i partecipanti hanno potuto immergersi nella natura, godersi le bellezze paesaggistiche del luogo e vivere una straordinaria esperienza avvolti dalla comunità più antica del nostro pianeta, quella delle piante.

Anche la presentazione del sito del nuovo tour operator ha seguito una traccia innovativa: la breve premessa ha lasciato subito lo spazio a una discussione interattiva, nella quale i partecipanti sono stati invitati a condividere e raccontare il proprio punto di vista riguardo a uno sviluppo turistico e sostenibile dei luoghi che avevano appena visto, ragionando sui tre aspetti principali della località: storia, natura e servizi. “Tra gli obiettivi futuri di Resinelli Tourism Lab domina la volontà di creare una comunità intorno a questo luogo, che unisca bisogni e desideri di esercenti, turisti e residenti. Tutti vi possono contribuire” hanno sottolineato Sofia Bolognini e Simone Masdea.

8 foto Sfoglia la gallery

Nella seconda parte le docenti dell’istituto Parini di Lecco Chiara Panzeri (insegnate di Tedesco) e Maria Monserat Comesaña (insegnante di Spagnolo) hanno descritto una concezione di scuola inedita documentata dal libro ‘Amerai il tuo viaggio’.

Si tratta della raccolta organica di riflessioni sulla dad (didattica a distanza) e il suo superamento una volta tornati in classe. Testo realizzato dagli studenti, attraverso linguaggi espressivi che potessero coinvolgere anche la loro compagna disabile Vanessa. Per farlo i ragazzi si sono immersi nella loro propria fragilità, dando dignità a questa dimensione dell’essere umano.

In campo per l'ambiente

Infine i partecipanti sono stati coinvolti dai giovani volontari di Legambiente in una divertente operazione di clean up intorno alla zona del Belvedere, dove sorge la passerella. Muniti di guanti e sacchetto, insieme, hanno ripulito uno dei tratti più frequentati dai turisti del luogo, raccogliendo circa 17 kg di rifiuti. La giornata si è conclusa con un altro evento originale, il Walkabout di Carlo Infante, giornalista di lungo corso e ideatore di format culturali. Walkabout è una radio itinerante. Come nel mondo greco antico, il conduttore ragiona e riflette camminando, fornendo contributi sonori e realizzando interviste agli stessi partecipanti È stata un'ulteriore esplorazione dei Piani Resinelli attraversando il parco Valentino. Nonostante il brutto tempo nel pomeriggio, l’evento ha riscosso un grande successo.

I prossimi appuntamenti

Ma questo è solo l’inizio: nei mesi estivi sono previste altre iniziative e altre occasioni di incontro e confronto, attraverso le quali poter cogliere nuovi spunti e nuove modalità per valorizzare tutti insieme i Piani Resinelli. Nell’attesa, i ragazzi di Resinelli Tourism Lab rimarranno sempre disponibili per ascoltare idee, opinioni e proposte espresse sui social o per e-mail da chi volesse contribuire al progetto. Poi inizierà il cantiere del “Festival del turismo sostenibile montano”, la cui prima edizione è in programma per primavera/estate 2022, Covid permettendo.