Attualità
Sicurezza sul lavoro

Primo Maggio 2022: la Vicesindaca Piazza ricorda le vittime sul lavoro

Perché “Il luogo di lavoro deve essere il posto da cui si torna. Sempre.”

Primo Maggio 2022: la Vicesindaca Piazza ricorda le vittime sul lavoro
Attualità Lecco e dintorni, 01 Maggio 2022 ore 19:07

In occasione delle celebrazioni del Primo Maggio 2022, a Lecco si è tenuto un momento commemorativo dedicato alle vittime del lavoro.

Primo Maggio 2022 a Lecco

Oggi, domenica 1° maggio 2022, in occasione delle celebrazioni per la festa dei Lavoratori, il Comune di Lecco e l'Associazione Nazionale Lavoratori Mutilati e Invalidi del lavoro (ANMIL di Lecco) hanno organizzato un momento commemorativo dedicato alle vittime del lavoro, in collaborazione con le organizzazioni sindacali confederali CGIL-CISL-UIL di Lecco. Il ritrovo era fissato alle 14 nel piazzale del Centro meridiana antistante il Monumento ai Caduti sul Lavoro di largo Caleotto.

Il discorso della Vicesindaca Simona Piazza

Buon pomeriggio a tutti,

Porto in questa importante ricorrenza i saluti dell’Amministrazione comunale e del Sindaco di Lecco Mauro Gattinoni. Un saluto a Gianfranco Longhi, Presidente dell’ANMIL Lecco, ai membri dell’Associazione Nazionale Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro, alle rappresentanze delle Segreterie sindacali territoriali di CGIL Lecco, CISL Monza Brianza, UIL Lario e ai cittadini presenti.

Ci troviamo quest’oggi davanti al Monumento ai Caduti sul Lavoro per celebrare il ricordo di quanti hanno perso la propria vita e per rinnovare il nostro impegno per la sicurezza sul lavoro.

La nostra Costituzione sancisce con l’articolo 1 la centralità del lavoro nella fondazione della nostra Repubblica; allo stesso tempo l’articolo 4 sancisce che è compito della Repubblica stessa promuovere le condizioni che rendano effettivo il diritto al lavoro per ciascun cittadino.

Come ha ricordato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel suo ultimo intervento in merito: “Affinché questo diritto sia effettivamente garantito, uno Stato democratico deve consentire a ognuno di svolgere la propria attività lavorativa, tutelandone la salute e assicurandone lo svolgimento nella più totale sicurezza. Le tragedie a cui stiamo assistendo senza tregua sono intollerabili e devono trovare una fine, rafforzando la cultura della legalità e della prevenzione. Le leggi ci sono e vanno applicate con inflessibilità.”

La nostra è una città dal grande tessuto produttivo inserita in un territorio a forte vocazione industriale: compito delle Istituzioni, delle organizzazioni sindacali e di categoria, dei rappresentanti dell’economia e dell’impresa è quello di promuovere continuamente una cultura della sicurezza sul lavoro e del rispetto delle norme. L’obiettivo è quello di ridurre al massimo i rischi, restituendo quella serenità di cui troppo spesso i lavoratori e i loro famigliari sono privi.

Oggi, davanti a questo monumento, il Comune di Lecco riafferma la propria responsabilità nel collaborare con enti, associazioni e tutti gli attori del tessuto economico, sociale e produttivo per la prevenzione. Perché “Il luogo di lavoro deve essere il posto da cui si torna. Sempre.

Grazie.

LEGGI ANCHE Primo Maggio: nel Lecchese infortuni sul lavoro aumentati del 60%

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter