Attualità
Lecco

Parco Frà Galdino tra sogno e realtà

Concluso il progetto di progettazione partecipata del parco di Pescarenico

Parco Frà Galdino tra sogno e realtà
Attualità Lecco e dintorni, 08 Giugno 2022 ore 12:25

Una bellissima e partecipata cerimonia ha sancito la chiusura di “DIRE, FARE, GIOCARE…PROGETTARE! Parco Frà Galdino: giardino di quartiere tra sogno e realtà”, iniziativa di progettazione partecipata promossa dal Polo territoriale di Lecco, in collaborazione con la scuola dell'infanzia Antonio Corti e lo spazio Il Giglio del Comune di Lecco e sponsorizzata da Rotary Club Lecco Le Grigne. L’obiettivo di donare una proposta di riqualificazione del Parco Frà Galdino al Comune di Lecco è stato raggiunto grazie a un percorso condiviso e vissuto con grande entusiasmo da parte di tutti i soggetti coinvolti nel processo.

Parco Frà Galdino tra sogno e realtà

I bambini dell’ultimo anno della scuola Corti, meglio conosciuti come i “grandoni”, sono stati i primi a mettersi in gioco: hanno esplorato il parco Frà Galdino con le loro maestre e disegnato il loro parco dei sogni. Grazie all’aiuto dei “nonni” del Giglio sono poi passati alla fase progettuale realizzando piccoli manufatti e dando forma a quattro differenti modelli tridimensionali del parco.  Presenti lungo tutto il percorso, 10 studenti del corso di laurea quinquennale in Ingegneria Edile-Architettura, che hanno seguito ogni fase del processo creativo contribuendo alla fase di emersione delle idee e dei desideri di bimbi e nonni. Raccolti gli spunti progettuali, gli studenti sono stati chiamati a elaborare una proposta di riqualificazione del parco. Organizzati in coppie hanno così realizzato cinque progetti: Conilandia, Sogni in gioco: tra Lario e Resegone, Il prato dei colori, P3P: Parco dei tre Portali, L’isola della Felicità. Gli elaborati sono stati valutati da un’apposita commissione incaricata di individuare il progetto vincitore da donare simbolicamente al Comune di Lecco. 

 

Attenendosi ai criteri di attinenza al tema del progetto, interpretazione dei desiderata espressi dai bambini e dai nonni e grado di innovatività della proposta progettuale, la giuria ha decretato vincitore il progetto L’isola della Felicità di Mattia Storni e Giorgia Zanin che si è aggiudicato anche il premio in denaro messo a disposizione dal Rotary Club Lecco Le Grigne, sponsor del progetto.

Terminata la cerimonia in aula, i partecipanti hanno potuto visitare la mostra dei lavori dei bambini della Scuola Corti e degli amici del Giglio e dei progetti realizzati dagli studenti del Poli. Già a partire dal pomeriggio di domani mercoledì 8 giugno l’esposizione potrà verrà visitata presso lo spazio Hangar Manzoni di Pescarenico che ha sposato lo spirito dell’iniziativa e che ospiterà la mostra fino a domenica 12 giugno.

Monica Mauri, coordinatrice Scuola dell’infanzia Antonio Corti

 

“Questo progetto è riuscito a intercettare il desiderio di uno spazio condiviso, dove coabitare in armonia, già presente da tempo nelle menti e nei cuori delle realtà educative e sociali operanti nel quartiere di Pescarenico” - afferma Monica Mauri, coordinatrice Scuola dell’infanzia Antonio Corti - “Il Politecnico, al quale vanno i miei più sentiti ringraziamenti, si è inserito in questo contesto dando finalmente una forma concreta e realizzabile a tutti i nostri pensieri. L’entusiasmo e la meraviglia dei bambini hanno contagiato tutte le parti coinvolte rendendo il progetto davvero unico e speciale. A noi adulti il compito di trasformare con coerenza il sogno in realtà!”.

L’assessore alla cura della città e lavori pubblici del Comune di Lecco Maria Sacchi

“Una comunità che crea” - aggiunge l’assessore alla cura della città e lavori pubblici del Comune di Lecco Maria Sacchi - “Mi piace definire così questa iniziativa che vede interessati i lecchesi più piccoli e quelli più grandi con la mediazione degli studenti del Politecnico, che hanno raccolto le idee e le richieste per tramutarle in progetti di riqualificazione di un'area verde nel rione di Pescarenico. Il Comune di Lecco ha da subito accolto favorevolmente questa iniziativa, con l'intenzione poi di concretizzarla attraverso un intervento in grado di valorizzare questo spazio verde, perché possa essere vissuto in primis dagli abitanti di Pescarenico e poi dagli altri lecchesi. Ringrazio tutti per la partecipazione: come Amministrazione comunale ci impegneremo perché questo progetto possa diventare realtà”.

Diego Frigerio, Presidente del Club

 

 

“Il Rotary Lecco Le Grigne è lieto di aver avuto la possibilità di collaborare a questo interessante progetto” - aggiunge Diego Frigerio, Presidente del Club -  “Da molti anni garantiamo il nostro supporto alle proposte e alle idee che condividiamo con il Politecnico di Milano - Polo di Lecco e siamo orgogliosi di poter contribuire, nel nostro piccolo, allo sviluppo della città attraverso il recupero di aree dismesse o trascurate e, come in questa occasione, di favorire lo scambio di idee, esperienze, visioni tra realtà diverse anche dal punto di vista generazionale: bambini nella prima infanzia e Nonni, giovani Studenti e Professori affermati: tutti impegnati a dare il proprio contributo culturale e di proposte. La sinergia che queste contaminazioni producono alimenta la crescita di ognuno di noi, migliorandoci”.

Manuela Grecchi, Prorettore Delegato del Polo territoriale di Lecco

 

“Siamo molto felici del percorso che abbiamo condiviso con i bambini della scuola Corti e con gli amici del Giglio” - dichiara  -Manuela Grecchi, Prorettore Delegato del Polo territoriale di Lecco “Gli studenti che hanno aderito al progetto hanno svolto il loro lavoro con serietà e grande entusiasmo. E’ sicuramente stata un’esperienza stimolante per tutti coloro che a vario titolo sono intervenuti nel processo. Il Polo di Lecco è orgoglioso di poter avere un ruolo attivo sul territorio e di poter condividere iniziative educative e formative che possono realmente avere ricadute importanti sulla collettività. Ringrazio il Rotary Club Le Grigne per avere sostenuto l’iniziativa e la proprietà dello spazio Hangar Manzoni per avere messo a disposizione la loro prestigiosa location contribuendo a dare a questa iniziativa la risonanza che merita”.

 

Seguici sui nostri canali