Attualità
Palazzo Bovara

Orti comunali a Lecco: se non lo restituisci in tempo pagi una multa di 10 euro al giorno

Approvato il nuovo regolamento che introduce anche le penali

Orti comunali a Lecco: se non lo restituisci in tempo pagi una multa di 10 euro al giorno
Attualità Lecco e dintorni, 22 Dicembre 2022 ore 12:43

E' stato approvato dal Consiglio comunale di Lecco nel corso della seduta di lunedì 19 dicembre il nuovo regolamento sugli orti comunali. Frutto di un confronto lungo un anno, che ha visto la partecipazione attiva e convinta anche degli stessi orticultori, il nuovo regolamento intende favorire e migliorare la rotazione, oltre che valorizzare la funzione aggregativa di questi spazi, soprattutto per i pensionati e per la fascia over 75 e over 80, per un'attività che garantisce il mantenimento di un benessere fisico, emotivo e soprattutto relazionale. In questa ottica il nuovo regolamento prevede l'assegnazione di punteggi che valorizzino la partecipazione degli anziani, ma anche delle famiglie con un convivente con disabilità e delle famiglie numerose.

Nuovo regolamento sugli Orti comunali a Lecco

Primo fronte d’intervento quello della lista d'attesa, diventata estremamente corposa dopo il Covid. Solo nel 2022 sono stati infatti rimessi a disposizione 11 orti e per la fine del 2023 saranno circa una cinquantina gli appezzamenti che si libereranno e verranno riassegnati. Inoltre, in questo ultimo anno, il Comune ha individuato una nuova area di circa 800 mq, che verrà destinata alla realizzazione di nuovi orti per rispondere alla crescente richiesta. In corso, infine, progetti finalizzati alla realizzazione di interventi di riqualificazione volti a rendere più decorose e accessibili le aree.

La concessione passerà da 5 anni + 5 di rinnovo a 4 + 4, proprio per favorire una maggiore rotazione e per permettere a più cittadini di accedere al servizio, mentre sono stati introdotti meccanismi che favoriscono la possibilità di recuperare gli orti non coltivati o coltivati male per poterli riassegnare a chi è in attesa.

Se non lo restituisci in tempo pagi una multa di 10 euro al giorno

Non solo ma è stata anche introdotta una penale di 10 euro al giorno per chi non restituisce l'orto alla scadenza della concessione

L’assegnatario è tenuto a restituire l’orto urbano al 31 dicembre dell’anno di scadenza. La restituzione dovrà avvenire anche nel caso in cui il Comune, in qualsiasi momento, con provvedimento insindacabile decida di destinare l’area in questione ad altro uso o di utilizzarla per altri fini. Eventuali miglioramenti apportati dall’assegnatario resteranno di proprietà del Comune senza il riconoscimento di alcuna indennità. Per ogni giorno di ritardo rispetto alla data prevista per la restituzione verrà applicata una penale pari ad € 10,00, con riserva del Comune di chiedere eventuali maggiori danni. In caso di mancato pagamento, il Comune si riserva di provvedere in merito, anche attraverso l’attivazione di procedure di riscossione coattiva.

L'assessore ai rapporti coi cittadini Alessandra Durante

"Dopo 10 anni dall'approvazione dell'attuale, ho fortemente voluto lavorare su questo regolamento. Ed è stato un lavoro piacevolmente condiviso con gli orticultori: l'obiettivo era proprio valorizzare le situazioni che più di altre possono trarre benefici dalla coltivazione dell'orto, penso in particolare agli anziani e alle situazioni di fragilità fisica, economica o sociale. Ciò non toglie che, grazie all'individuazione di nuove aree, più cittadini rispetto ad oggi potranno avere a disposizione un terreno da coltivare. Abbiamo voluto infine riconoscere e valorizzare il lavoro di quegli orticultori che tanti anni fa, con il loro lavoro e la loro passione, hanno contribuito alla realizzazione degli attuali orti, senza di loro oggi questi spazi non ci sarebbero".

questo collegamento il nuovo regolamento, che entrerà in vigore al termine del periodo obbligatorio di pubblicazione.

Seguici sui nostri canali