Attualità
Le opere

Olimpiadi 2026: in arrivo tre milioni e mezzo di euro a Lecco

Il contributo più consistente, un milione e mezzo di euro andrà alla Comunità Montana del Lario Orientale e Valle San Martino per il  totale rifacimento palestra di roccia di Ragni di Lecco.

Olimpiadi 2026: in arrivo tre milioni e mezzo di euro a Lecco
Attualità Lecco e dintorni, 23 Novembre 2021 ore 16:33

Dalla Giunta della Lombardia ok all'intesa con il Ministro del Turismo sull'elenco delle infrastrutture sportive da finanziare in vista delle Olimpiadi invernali 2026. "Questa firma - ha commentato il Governatore Attilio Fontana - segna un altro passo importante verso la realizzazione di Giochi che daranno lustro nel mondo alla nostra regione e al Paese intero". "Grazie alla laboriosità e alla tenacia lombarda - ha aggiunto - saremo pronti per centrare l'obiettivo. Con questi 17,5 milioni di euro messi a disposizione del Ministero del Turismo potranno cominciare a breve i lavori di 9 opere determinanti per il successo della manifestazione, quattro in comuni in provincia di Sondrio, due di Brescia e tre di Lecco. Opere che rimarranno dopo i Giochi come patrimonio di valorizzazione turistica delle nostre montagne".

Olimpiadi 2026: in arrivo tre milioni e mezzo di euro a Lecco

In particolare per quanto riguarda il nostro territorio sono in arrivo poco meno di  tre milioni e mezzo di euro. Un milione andrà al  Comune di Barzio per l'implementazione dei servizi e l'aggiornamento dell'impianto sportivo per la pratica dello sci nordico ai  Piani di Bobbio. 950mila euro ancora in Valsassina, al Comune di Casargo per la realizzazione di bacini di innevamento e l'illuminazione  delle piste di Alpe Giumello e Alpe Paglio. Il contributo più consistente, un milione e mezzo di euro andrà alla Comunità Montana del Lario Orientale e Valle San Martino per il  totale rifacimento palestra di roccia di Ragni di Lecco.

Antonio Rossi

 "La nostra operosità e ingegnosità - ha detto Antonio Rossi, sottosegretario regionale a Sport, Olimpiadi 2026 e Grandi eventi - permetteranno di realizzare Giochi invernali all'insegna della sostenibilità che valorizzeranno le nostre splendide montagne e saranno d'esempio per le edizioni future della manifestazione a Cinque cerchi. L'ok all'intesa - ha spiegato - permetterà di far partire a breve i lavori per la realizzazione di centri di allenamento, palestre naturali e impianti necessari per accogliere degnamente numerose squadre nazionali che parteciperanno ai Giochi del 2026 e farle allenare in vista delle gare".

 

Massimo Sertori

- "Questi finanziamenti - ha sottolineato Massimo Sertori, assessore regionale agli Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni - sono importanti perché funzionali al miglioramento degli impianti che potranno servire ed essere utilizzati anche in occasione delle Olimpiadi. Penso per esempio all'allenamento delle squadre. Ora sarà compito delle singole amministrazioni locali procedere nelle fasi realizzative più celermente possibile".

 

Le opere a Brescia e Sondrio

 

- PROVINCIA DI BRESCIA:

 

Comune di Borno: realizzazione nuova telecabina di arroccamento con il Monte Altissimo e nuovo rifugio (4.750.000 euro).

 

Unione dei Comuni dell'Alta Valle Camonica: realizzazione nuovo palazzetto per il ghiaccio (3.000.000 euro).

 

 

 

- PROVINCIA DI SONDRIO:

 

Comunità Montana Chiavenna: chiusura laterale palazzo del ghiaccio con rifacimento copertura (2.000.000 euro).

 

Comunità di Madesimo: interventi su infrastrutture sportive (300.000 euro).

 

Comune di Sondrio: rifacimento Palazzetto dello Sport di piazzale Merizzi a Sondrio (3.000.000 euro).

 

Comune di Albosaggia: realizzazione struttura di accoglienza/centro di allenamento per lo sci alpino e lo ski running in località Campelli (1.000.000 euro)