Attualità
Civiche benemerenze 2022

Nicolini d'oro: ecco chi sono i benemeriti di Lecco

La Conferenza dei Capigruppo di Palazzo Bovara, composta dal Sindaco di Lecco Mauro Gattinoni, dal Presidente del Consiglio comunale Roberto Nigriello, dai Vicepresidenti e dai Capigruppo consiliari, riunitasi nella serata di oggi, martedì 8 novembre 2022, per discutere le candidature alle Civiche Benemerenze pervenute, si è conclusa con la scelta dei meritevoli.

Nicolini d'oro: ecco chi sono i benemeriti di Lecco
Attualità Lecco e dintorni, 08 Novembre 2022 ore 21:04

Nicolini d'oro 2022: ecco chi sono i nuovi benemeriti di Lecco. La Conferenza dei Capigruppo di Palazzo Bovara, composta dal Sindaco di Lecco Mauro Gattinoni, dal Presidente del Consiglio comunale Roberto Nigriello, dai Vicepresidenti e dai Capigruppo consiliari, riunitasi nella serata di oggi, martedì 8 novembre 2022, per discutere le candidature alle Civiche Benemerenze pervenute, si è conclusa con la scelta dei meritevoli.

Nicolini d'oro 2022: ecco chi sono i nuovi benemeriti di Lecco

Tra le candidature pervenute e sottoposte all'attenzione dei membri della Commissione, sono stati riconosciuti meritevoli della Civica Benemerenza:

Alizé Piana, giovanissima lecchese divenuta questa estate campionessa mondiale under 18 di wakeboard. Alizé incarna a pieno i valori dello sport come strumento di coraggio, volontà, impegno  riscatto e rinascita. La lecchese infatti è riuscita a primeggiare, a brillare, al Campionato mondiale di  wakeboard" che si è svolto al Lago del Salto a Rieti a poco più di un anno dal terribile incidente stradale che ha rischiato di strapparla per sempre dalle braccia dei suoi cari. Un incidente avvenuto in Francia, nell'aprile del 2021 mentre la giovanissima si stava preparando per partecipare ad una gara automobilistica. Traumi e ustioni, delicate operazioni chirurgiche, il buio, il dolore. Poi la lunga riabilitazione, la paura di non farcela, il desiderio di abbandonare tutto. Ma no. Il coraggio e la determinazione di Alize sono stati più forti dei traumi. Si è rialzata, metaforicamente e realmente, è tornata a vivere. E vivere, per lei, significa stare con una tavola ai piedi e sfrecciare sull'acqua. Alize è arrivata fino ai Mondiali e con il supporto di chi le vuole bene e della sua squadra, sua seconda famiglia, la Sambuca Effect Wakeboard School Lecco diretta da Claudio Dal Lago, ha sconfitto le avversarie più temibili, le favorite, ed è salita sul gradino più alto del podio.


 

Pablo Atchugarry, scultore di fama internazionale è stato scelto tra i nuovi benemeriti. E' nato a Montevideo, Uruguay, il 23 agosto 1954. L’artista ha raggiunto fama internazionale grazie alla copiosa produzione di sculture monumentali, che si possono ammirare in numerosi luoghi pubblici sia in Europa che in America Latina. In riconoscimento della sua carriera artistica, nel luglio del 2002 viene insignito del premio “Michelangelo”, a Carrara. L’anno seguente Atchugarry rappresenta l’Uruguay alla 50ª Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia con l’opera Sognando la Pace, un’installazione composta da otto sculture in marmo di Carrara e marmo grigio Bardiglio. L’artista oggi vive e lavora tra Lecco e Manantiales (Uruguay), dove si occupa dello sviluppo della Fondazione Pablo Atchugarry e del suo parco di scultura internazionale.

 

 

Pablo Atchugarry

 


Angelo Borghi,  noto e apprezzato storico lecchese, classe 1942, membro dell’associazione Bovara e Direttore della Rivista "Archivi di Lecco" . Tantissime le pubblicazioni di borghi. E' stato curatore della trilogia "Lecco e la sua storia", uno studio accuratissimo che  restituisce il divenire nel tempo del nostro territorio, la cui bibliografia è vastissima, frutto del lavoro di un gran numero di studiosi che hanno indagato la realtà lecchese sotto il profilo storico, culturale, industriale, economico, religioso, architettonico, ambientale.

Angelo Borghi

Vittorio Martinelli, pittore lecchese scomparso a 74 anni a febbraio del 2019. Martinelli nasce a Lecco nel 1945. Autodidatta, si esercita nella copia dal vero e nella pittura «en plein air». Negli anni Settanta l'incontro con il critico Eligio Cesana lo spinge a una svolta radicale della sua poetica artistica: abbandona il realismo e si avvicina all'arte concettuale, con risultati interessanti e sorprendenti. Privilegia studi e sperimentazioni sul movimento e sullo spazio elaborando un linguaggio vicino all'iconografia cinematografica. Presenta una personale alla Galleria Cà Vegia di Lecco nel 1971 e l'anno successivo espone Bergamo alla galleria Michelangelo. "Negli ultimi venti anni era  tornato alla rappresentazione del reale e aveva sviluppato nuove ricerche che lo hanno portato ad approdare all'Iperrealismo" si legge nella biografia realizzata in occasione della mostra Creativi Per Lecco promossa nel 2008 dal Giornale di Lecco. "Meritano una menzione la serie dedicata ai «Cartoons», oggetti minimali del quotidiano, esposta nel 2003 alla Torre Viscontea in occasione della mostra «Vittorio Martinelli. La poesia delle cose», e le vedute di Lecco, di ottica nitidezza e precisione fotografica".

Vittorio Martinelli

Tra i nuovi benemeriti Sandro Morganti, imprenditore e patron della Kapriol,  bella realtà lecchese specializzata nella produzione di abbigliamento tecnico da lavoro e nell'utensileria da cantiere. L'azienda - che occupa circa 100 dipendenti - ha stabilimenti a Bonacina di Lecco, Civate e Molteno. Quest'anno  la Kapriol ha festeggiato il 95esimo anno di fondazione. A 12 anni Sandro Morganti ha iniziato a lavorare col padre, mentre ancora studiava. Il padre di Sandro Morganti, Francesco , era un grande forgiatore: aveva imparato il mestiere da suo padre, che aveva un maglio in Valsassina, culla dell’industria metallurgica lecchese.

Al centro Sandro Morganti

 

Seguici sui nostri canali