Menu
Cerca
Gratitudine

La proposta dei Dem meratesi: Ambrogino 2021 alla Technoprobe

Una sollecitazione di cui si è fato interprete Gino Maria del Boca, segretario dei dem meratesi, che ha scritto un lettera al sindaco di Merate Massimo Panzeri.

La proposta dei Dem meratesi:  Ambrogino 2021 alla Technoprobe
Attualità Meratese, 14 Maggio 2021 ore 13:10

Assegnare la massima onorificenza cittadina ad una azienda che "rappresenta non solo lo spirito solidaristico della Brianza ma ricorda embleticamente quanto in passato hanno fatto decine di industriali per far crescere il nostro ospedale con donazioni cospicue, con la loro presenza all’interno dei vecchi consigli di amministrazione, con il loro sostegno a progetti nuovi e innovativi". Dal Pd di Merate arriva la proposta di conferire alla Technoprobe di Cernusco Lombardone, l'azienda della famiglia Crippa,  leader nel settore della microelettronica, autentica eccellenza del made in Italy, che ha messo a disposizione   a proprie spese, un padiglione nuovo di zecca come centro vaccinale di massa nel cuore della Brianza,  l'Ambrogino 2021. Una sollecitazione di cui si è fato interprete Gino Maria del Boca, segretario dei dem meratesi, che ha scritto un lettera al sindaco di Merate Massimo Panzeri.

La proposta dei Dem meratesi: Ambrogino 2021 alla Technoprobe

 

Ecco la lettera inviata dal segretario del Pd Merate al sindaco:

Gli iscritti del PD di Merate mi hanno sollecitato a chiederLe se non sia il caso di proporre l’azienda Technoprobe S.p.A. come assegnataria dell’Ambrogino d’oro per il prossimo dicembre.
Questa azienda rappresenta non solo lo spirito solidaristico della Brianza ma ricorda embleticamente quanto in passato hanno fatto decine di industriali per far crescere il nostro ospedale con donazioni cospicue, con la loro presenza all’interno dei vecchi consigli di amministrazione, con il loro sostegno a progetti nuovi e innovativi.
Ho personalmente apprezzato, come utente e come volontario, con quale cura sia stata allestita la sede di Cernusco, con quale attenzione siano state via via aggiunte strutture inizialmente non previste (come la copertura per i pazienti in attesa di entrare) e il posizionamento lì sotto di alcune panchine per i cittadini in attesa, nonché la cura anche del verde attorno.
Credo che tutti i Comuni del meratese dovrebbero ringraziare pubblicamente questa azienda per la disponibilità, per il servizio reso e per le risorse impiegate, per una necessità che da solo il pubblico avrebbe faticato a realizzare e non solo con semplici attestati fatti di parole.
Le sarei grato se Lei si facesse promotore presso gli altri Sindaci – ove avessero a loro disposizione riconoscimenti come il nostro Ambrogino – per richiedere un analogo tangibile riconoscimento che l’azienda potrebbe mettere in bacheca a futura memoria.
Sommessamente le suggerisco di proporre agli altri Sindaci una sola giornata per la consegna degli attestati a significare una totale unità di intenti del territorio sulla sanità.

Gino Maria del Boca
Segretario PD Merate