Attualità
Covid-19

La Lombardia resta in zona bianca: incidenza a Lecco ancora in crescita

Il dato lecchese resta al di sotto non solo della media nazionale, ma anche di quella lombarda.

La Lombardia resta in zona bianca: incidenza a Lecco ancora in crescita
Attualità Lecco e dintorni, 26 Novembre 2021 ore 12:30

"La Lombardia anche per la prossima settimana rimane in zona bianca”. Lo ha annunciato il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, commentando i dati del monitoraggio settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss) e Ministero della Salute che tengono coto dell'incidenza e della pressione sulle strutture ospedaliere.

La Lombardia resta in zona bianca

“Anche se i numeri sono leggermente in aumento in termini assoluti – ha aggiunto il governatore- nella nostra regione durante la settimana presa in esame dalla cabina di monitoraggio la crescita dei contagi è stata leggermente inferiore rispetto alla settimana precedente (Rt 1,32 anziché 1,34). È più bassa rispetto alla media nazionale l’incidenza su 100.000 abitanti (119,7 la Lombardia, 125,4 quella italiana)"

"Questo dato insieme a quelli dei ricoveri in area medica e terapia intensiva, che restano al di sotto delle soglie di allarme, ci inducono ottimismo e confermano che la scelta fatta sulla vaccinazione di massa, è quella giusta” ha chiosato Fontana.

La situazione a Lecco: incidenza ancora in crescita

A Lecco i casi sono in aumento e con essi è in crescita anche l'incidenza ovvero i nuovi positivi ogni 100mila abitanti. Il dato lecchese però,  come si evidenzia dal grafico in copertina,  realizzato  dal dottor Paolo Spada, medico dell’ospedale Humanitas di Milano, autore della rubrica Pillole di Ottimismo, resta al di sotto non solo della media nazionale, ma anche di quella lombarda. A Lecco infatti l'incidenza è poco sotto gli 80 casi ogni 100mila abitanti.

I nuovi casi nella nostra provincia

Ecco l'andamento dei nuovi casi (assoluti e media) e delle variazioni negli ultimi 30 giorni in provincia di Lecco

Nell'immagine sotto invece si evidenzia la variazioni percentuali dei positivi nel Lecchese. "Le variazioni percentuali sono calcolate sugli ultimi 7 giorni, rispetto ai 7 giorni precedenti, e sono un prezioso indice dell’aumento o della riduzione del contagio" spiega il dottor spada.