Attualità
La finestra di Calvetti

Invece dei fuochi il record dei comunicati del Comune

Invece dei fuochi il record dei comunicati del Comune
Attualità Lecco e dintorni, 24 Giugno 2021 ore 14:07

di Marco Calvetti

Da oltre un anno, “l’assembramento” è diventata una parola d’ordine del nostro vivere.
Da evitare come l’inferno, perché è in quell’habitat che il covid sguazza.
La partita dell’Atalanta con il Valencia, con il Meazza sold out, è ancora citata come la madre dei contagi.
Quarantamila tifosi che ormai hanno oscurato la marcia dei quarantamila davanti ai cancelli della Fiat.
Vi risparmio il dibattito sui congiunti, sul Natale in solitudine e la Pasqua pure, sugli aperitivi dei politici, poi sbugiardati dalle cifre.
Dal bar alle bare in un amen.
Ebbene sapete che ha combinato quel volpone del Sindaco di Lecco?
Consapevole che il momento di maggiore aggregazione si consuma sul lungolago l’ultima domenica di giugno, con i fuochi artificiali appena si fa buio, ha pensato di annunciarli come segno di rinascita.
Qualcuno deve averlo avvisato che era una pazzia da ricovero coatto e allora si è fiondato a smentire l’evento con il solito comunicato, che sta a lui, come l’abito al monaco.
L’ho smascherato. Essendo Gattinoni in corsa per il record dei comunicati, ha inventato questa gherminella per aumentare il fatturato.
Non si conosce ancora il premio in palio, ma non si discosterà da una penna, simbolo non degli Alpini, ma dei grafomani.