Attualità
Lecco

Il piccolo Pietro da Papa Francesco per il suo sostegno al popolo siriano

Il bambino, alunno alla Pietro Scola di Lecco, si è adoperato in prima persona per sostenere il progetto "Ospedali aperti" di Avsi

Il piccolo Pietro da Papa Francesco per il suo sostegno al popolo siriano
Attualità Lecco e dintorni, 21 Settembre 2022 ore 16:53

La mano del piccolo Pietro che stringe quella di papa Francesco. L'immagine di un emozionante incontro che suggella una piccola grande storia  di solidarietà. la foto è stata scattata lo scorso 3 settembre in Vaticano. Protagonista un bimbo lecchese.

Pietro in campo per "Ospedali aperti" in Siria

Pietro frequenta la quinta elementare alla Scuola primaria "Pietro Scola" di Lecco. E' stato tanto colpito dal racconto di quanto sta accadendo in Siria, dove ormai da undici anni infuria la guerra, da mettersi in movimento “in proprio” per sostenere "Ospedali aperti" in Siria.

Tutto è nato da un incontro tra i bimbi della scuola di Rancio e i volontari di Avsi Point Lecco he hanno illustrato il progetto sostenuto da @AVSI per garantire cure mediche gratuite al popolo siriano drammaticamente colpito dal conflitto.

Il bimbo è rimasto profondamente e intimamente toccato dalla vicenda di un popolo straziato dal dolore e in completa autonomia, senza praticamente dire niente a nessuno ha iniziato al sua piccola grande  crociata

Tra lavoretti e mancette Pietro ha raccolto una somma da destinare all’iniziativa. Non solo. Quando ha focalizzato il suo progetto ha  scritto una lettera ai responsabili Avsi in Siria per saperne di più e raccontare quanto stava facendo. E' così che la sua lettera e il suo impegno sono  finiti anche davanti a Papa Francesco.

In udienza dal Papa con i genitori e il fratellino

Il 3 settembre, in occasione dell’udienza che il Pontefice ha concesso ai sostenitori del progetto Avsi, Pietro, accompagnato da mamma Francesca e papà Davide, oltre che dal fratellino Martino, ha avuto il privilegio e la gioia di salutare il Papa raccontando brevemente quanto fatto.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter