Attualità
Lecco

Il nuovo parcheggio della Piccola è realtà: tagliato il nastro

Per dirla come il sindaco Mauro Gattinoni "la Piccola dovrà diventare il quindicesimo quartiere di Lecco"

Attualità Lecco e dintorni, 02 Dicembre 2021 ore 14:03

Per dirla come il sindaco Mauro Gattinoni "la Piccola dovrà diventare il quindicesimo quartiere di Lecco". E’ con questo obiettivo che nella mattinata di oggi, giovedì 2 dicembre 2021 Linee Lecco - in testa l’amministratore unico Mauro Frigerio a latere il direttore Salvatore Cappello - ha inaugurato il nuovo parcheggio che si affaccia su via Amendola.

Il nuovo parcheggio della Piccola è realtà: tagliato il nastro

Un’area che fino allo scorso anno era il rifugio di senza tetto e che oggi può rivendicare la propria dignità. Presenti al taglio del nastro il prefetto, Castrese De Rosa, il primo cittadino, gli assessori Simona Piazza e Renata Zuffi , il neo presidente del Consiglio  comunale Roberto Nigriello l’architetto Michele Spreafico, il geometra Matteo Anghileri e il titolare dell’impresa che ha realizzato i lavori Mario Vitali.

 

"Per noi questo è un momento importante - ha detto Frigerio - Lo scorso anno ci eravamo imposti l’onere di restituire alla città quest’area, prima della festa di San Nicolò e grazie all’impresa e a quanti hanno lavorato in questo cantiere, siamo riusciti a raggiungere questo obiettivo".

Piccola: nuovo parcheggio ma non solo

Ma la realizzazione del nuovo parcheggio è solo il primo atto di una "piece" che si concluderà, secondo gli intenti della Giunta Gattinoni, nel 2030.
Il nuovo parcheggio, di circa 10mila metri quadri su un’area di 26mila, consta di 250 posti auto raggiungibili attraverso due ingressi. Ci sono spazi destinati a disabili, alla ricarica delle auto elettriche, alle biciclette e alle moto. Si potrà pagare con monete e banconote, attraverso carte contactless, pay pall e telepass.

9 foto Sfoglia la gallery

"Si tratta di un progetto strategico sotto molti punti di vista - ha commentato il vice sindaco Piazza - sia per l’amministrazione che per la nostra città. innanzitutto l’area è stata interamente riqualificata e illuminata. E questo permetterà maggior agio e fruizione da parte di tutte le persone".

Il futuro

"La fase due che partirà con il principio del 2022 comprenderà la ristrutturazione degli ex magazzini, le così dette stecche. Con la variazione di bilancio di lunedì scorso abbiamo destinato i fondi per recuperare i magazzini. Questo per noi significa restituire alla città un patrimonio che fino a due anni fa era fatiscente. E’ un bell’inizio perché questo si trasformi nel quindicesimo quartiere della città. Poi ci sarà una terza fase. Per un anno intero con delle metodologie ben precise ci confronteremo con la cittadinanza, i portatori di interesse , con gli esperti, i bambini delle scuole e gli archistar su cosa dovrà diventare questo spazio sia per la logistica ma soprattutto per i giovani, la cultura e lo sport".