Attualità
Lecco

"I veri eroi non passano mai di moda": gli studenti lecchesi commuovono i medici del Manzoni

Un momento profondamente toccante che dovrebbe far riflettere

"I veri eroi non passano mai di moda": gli studenti lecchesi commuovono i medici del Manzoni
Attualità Lecco e dintorni, 20 Dicembre 2021 ore 14:22

"In questi giorni neri, medici e infermieri eroi veri. Non mollate". Lo scorso anno questo slogan campeggiava su uno striscione posizionato dai ragazzi della Curva nord del Lecco  davanti all'ospedale Manzoni.

Erano i giorni durante i quali la pandemia imperversava, i reparti del nosocomio cittadino erano saturi di pazienti molti dei quali non sono più tornati nelle loro case, dai loro cari. Eramo in giorni in cui tutta la comunità lecchese era idealmente stretta intoro ai suoi medici, che lottavano senza sosta, e con poche armi, contro quel virus che ha cambiato la nostra vita. Sembrano lontani quei giorni. Eppure il virus c'è ancora e i medici continuano a spendersi con enorme abnegazione non solo per salvare le vite dei pazienti ricoverati, ma anche nella campagna vaccinale. Qualcuno sembra essersi dimenticato di loro, è inutile negarlo. Ma non i ragazzi della scuola Stoppani di Lecco che oggi hanno voluto ricordare a tutti i sanitari del Manzoni che "I veri eroi non passano mai di moda".

 

"I veri eroi non passano mai di moda": gli studenti lecchesi commuovono i medici del Manzoni

Lo hanno fatto nella mattinata di oggi, lunedì 20 dicembre presentandosi davanti all'ospedale accompagnati dalla  vice preside Elisa Lombardo,  dalla professoressa Elisabetta Rurali e dal preside Massimiliano Craia. Sul grande piazzale esterno del Manzoni infatti i ragazzi del coro della scuola secondaria di primo grado, diretti dal maestro Giuseppe Caccialanza hanno intonano canti natalizi come segno di ringraziamento, sostegno, conforto a tutti i sanitari, ma anche ai pazienti ricoverati.

"I ragazzi hanno risposto a questa iniziativa con grande entusiasmo - hanno sottolineato le docenti - Oltre cantare hanno avuto l'occasione di riflettere sulle conseguenze della pandemia, hanno pensato ai  disagi ed ai cambiamenti legati alla loro quotidianità. Inoltre hanno compreso l'enorme impegno professionale e umano  che medici, infermieri e volontari hanno donato sino allo stremo delle proprie forze per permettere a tutti di  uscire da questa situazione. Prima questi uomini e queste donne erano considerati eroi, ma sono stati velocemente messi da parte e anche messi in discussione e la presenza dei ragazzi oggi in ospedale è un richiamo alla gratitudine che meritano".

13 foto Sfoglia la gallery

I ringraziamenti di Maria Grazia Colombo, direttore amministrativo della Asst

Mario Stojanovic