Menu
Cerca
17 maggio

Giornata mondiale contro l’omotransfobia, Agedo Como-Lecco: “Altre due aggressioni in Italia, non ne possiamo più!”

“Non possiamo festeggiare la giornata internazionale contro l’omofobia del 2021 come fosse un anno qualsiasi: la situazione di pericolo nella quale i nostri figli gay, lesbiche e transgender sono esposti a causa dei crimini d’odio omotransfobico è più che mai drammatica"

Giornata mondiale contro l’omotransfobia, Agedo Como-Lecco: “Altre due aggressioni in Italia, non ne possiamo più!”
Attualità Lecco e dintorni, 17 Maggio 2021 ore 15:25

Oggi, 17 maggio 2021, si celebra la giornata mondiale contro l’omotransfobia. Una data significativa che coincide con l’anniversario della decisione da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità di rimuovere l’omossesualità dalla lista delle malattie mentali nella Classificazione internazionale delle Malattie: accadeva il 17 maggio 1990. Nel 2004 si è festeggiata per la prima volta la giornata mondiale contro l’omotransfobia ideata da Louis-Georges Tin. Sul tema è intervenuta anche l’associazione Agedo Como-Lecco con  Dolores De Marco (nella foto).

Giornata mondiale contro l’omotransfobia, Agedo Como-Lecco: “Altre aggressioni, basta!”

“Non possiamo festeggiare la giornata internazionale contro l’omofobia del 2021 come fosse un anno qualsiasi: la situazione di pericolo nella quale i nostri figli gay, lesbiche e transgender sono esposti a causa dei crimini d’odio omotransfobico è più che mai drammatica. Registriamo ancora due aggressioni, e sono solo le più recenti: a Torino una ragazza trans che passeggiava col proprio fidanzato è stata aggredita a bottigliate da un giovane che li insultava, mentre a Fano due ragazzi – eterosessuali! – sono stati pestati a sangue da un branco di giovani a causa, sembra, dello smalto sulle unghie e una ciocca di capelli colorata di uno di loro.

Come genitori e amici di omosessuali non ne possiamo più di dover medicare le ferite fisiche ma soprattutto psicologiche che le persone LGBT+ subiscono ogni giorno, non potendo contare nemmeno su una legge di semplice civiltà che li possa proteggere. E questo a causa dell’insipienza di una classe politica che preferisce giocare con la vita delle persone per scopi elettorali piuttosto che mettere in sicurezza le categorie di cittadini più vulnerabili. Approfittiamo del 17 maggio, Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia, per l’ennesimo appello: approvate il DDL Zan che giace abbandonato in Senato, e fatelo in fretta!”.