Attualità
2 LUGLIO

Galbiate, l’ANPI organizza un incontro sulla pace

Appuntamento alle 15.15 all’Arena di Largo Indipendenza

Galbiate, l’ANPI organizza un incontro sulla pace
Attualità Lecco e dintorni, 29 Giugno 2022 ore 16:01

L’ANPI Galbiate organizza un incontro sulla pace. L’appuntamento previsto per sabato 2 luglio alle  15.15 avrà luogo all’Arena di Largo Indipendenza, in Galbiate (in caso di maltempo la manifestazione si svolgerà all’auditorium in piazza “C. Golfari”). “La pace possibile?” è la domanda che si pongono gli organizzatori e alla quale si cercherà di dare risposta durante il momento di riflessione.  

“Far crescere il senso della necessità di pace”

Disarmo e  messa al bando delle armi nucleari: si discuterà anche di questi temi che oggi, anche e soprattutto alla luce del conflitto tra Russia e Ucraina che sta  insanguinando   il cuore del nostro continente, sono di drammatica attualità. 

Nella preoccupazione che le vicende che hanno scosso e stiano scuotendo il mondo possano passare con l'andare dei mesi in secondo piano, la sezione ANPI di Galbiate in collaborazione con la sezione provinciale lecchese si mobilita per mantenere alta l’attenzione sui drammi della guerra e sull’impellente necessità di pace.

Non dimenticare ciò che è avvenuto e ciò che sta accadendo, pensare un nuovo mondo possibile in pace e in dialogo:  sono queste le volontà degli associati della “Giulio Bonacina”, non nuova ad occasioni simili.

Come è solita fare, anche per questo evento la sezione ha invitato un ospite che possa garantire un valore aggiunto al momento.  L’incontro sarà infatti impreziosito dall’intervento di Mauro Scaroni,  noto attivista per la pace tra i popoli e coordinatore della sezione bresciana di Pax Christi.  Si tratta   movimento cattolico per la pace e per il disarmo fondato nel 1945, ispirato a Don Tonino Bello ed operante in buona parte del mondo.

Mauro Scaroni

In Italia Pax Christi nacque nel 1954, per desiderio di Mons. Montini della Segreteria di Stato Vaticana, e Mons. Vallainc fu incaricato di seguirne i primi passi come segretario nazionale.

Il primo presidente fu Mons. Carlo Rossi, vescovo di Biella, che rimase in carica fino al 1959. Dal 1959 al 1968 presidente nazionale fu Mons. Mario Ismaele Castellano, arcivescovo di Siena a cui successe Mons. Bettazzi. Mons. Vallainc dopo aver passato l’incarico di segretario al commendator Gagnesi, rimase per molti anni assistente generale del movimento e direttore responsabile del bollettino di Pax Christi, che usciva 3-4 volte all’anno, quando cioè i mezzi lo permettevano, perché Pax Christi (allora come oggi) non disponeva di molti fondi.

Nei primi anni l’impegno del movimento fu quello di “responsabilizzare i cattolici italiani in crociate di preghiera per la pace nel mondo” e “…divulgare l’insegnamento della Chiesa sulla Pace.” Si organizzarono per questo convegni nazionali a Vicenza nel 1956 (presente il Card. Roncalli), ad Assisi, Pisa, Savona, Bergamo… marce (Assisi-Roma), routes regionali ed internazionali.

Nel corso degli anni il movimento, fin dalla nascita  teso a promuovere la cultura della pace, ha organizzato eventi, marce e momenti di approfondimento che hanno sempre contribuito a tenere acceso un faro sul tema della fratellanza.

Michele Bonfanti

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter