Attualità

Dolore al collo a Lecco: ecco a chi rivolgersi

Dolore al collo a Lecco: ecco a chi rivolgersi
Attualità 26 Ottobre 2021 ore 10:41

Anche a Lecco il dolore al collo o cervicalgia è uno dei disturbi muscolo-scheletrici più comuni nel mondo occidentale. Circa il 50% della popolazione ha sofferto di dolori cervicali almeno una volta nella vita. Il dolore cervicale può essere spesso spiacevole e debilitante, impedendoci di muoverci come vorremmo. Affrontare la situazione con farmaci antinfiammatori ed analgesici non sempre è sufficiente ed in certi casi il malessere può durare diversi giorni (anche settimane), diventare ciclico (manifestandosi più frequentemente anche per cause lievi) oppure cronico. Sarà quindi importante rivolgersi a un fisioterapista esperto che attraverso una valutazione completa del disturbo offrirà il trattamento più adeguato alla specifica situazione.

Che cos’è il dolore al collo o cervicalgia?

Con cervicalgia si identifica un dolore localizzato in corrispondenza del collo e che può irradiarsi verso le spalle, le braccia, il dorso o la nuca.
Esistono diversi tipi di cervicalgia:

  • Cervicalgia acuta: generalmente di natura muscolare;
  • Cervicalgia cronica: generalmente di natura vertebrale;
  • Sindrome cervico-brachiale: caratterizzata da dolore al collo, sintomi sensitivi e diminuzione di forza che possono irradiarsi fino alle mani;
  • Sindrome cervico-cefalica: caratterizzata dalla presenza di sintomi intensi come mal di testa, vertigini, disturbi della vista e dell’udito, disturbi della deglutizione.

Quali sono le cause della cervicalgia?

La cervicalgia può dipendere dalla compromissione di diverse strutture che si trovano a livello della colonna vertebrale quali muscoli, nervi, arterie e vene.
Esistono fattori di diversa natura che concorrono all'insorgenza della sintomatologia tra cui:

  • Artrosi e infiammazione della cartilagine articolare;
  • Tensioni muscolo-fasciali;
  • Posture non corrette mantenute a lungo (es. guardare il cellulare per parecchie ore);
  • Stile di vita sedentario;
  • Difetti e/o malocclusioni dentali;
  • Situazioni di stress eccessivo, depressione, ansia;
  • Traumi.

Quali sono i sintomi della cervicalgia

La cervicalgia è caratterizzata da malesseri di vario genere e di variabile entità tra cui:

  • Semplice torcicollo;
  • Mal di testa;
  • Nausea;
  • Vertigini e giramenti di testa;
  • Perdita di equilibrio;
  • Problemi di udito o ronzii alle orecchie;
  • Formicolio e intorpidimento agli arti superiori;
  • Rigidità al collo e al resto del corpo (soprattutto al mattino).

Come curare la patologia?

Per curare la cervicalgia il primo approccio proposto dal medico è generalmente l'assunzione di farmaci antinfiammatori e analgesici. Non sempre questo è sufficiente. Una volta che il medico ha escluso patologie gravi, entra in gioco il fisioterapista specializzato.
Il fisioterapista, dopo un’attenta valutazione, stilerà una pianificazione precisa e personalizzata del percorso terapeutico.
L’obiettivo è raggiungere il rilassamento muscolare e il corretto allineamento dei segmenti corporei per ottenere la miglior riduzione possibile del dolore. In contemporanea alla diminuzione del dolore sono fondamentali esercizi che possano garantire il miglior recupero possibile e il mantenimento dello status di benessere.

Per raggiungere questi obiettivi la fisioterapia si serve di:

  • Terapia manuale;
  • Terapia strumentale (tecarterapia, laser, ultrasuoni, ecc.);
  • Esercizi (allungamento, rinforzo, propriocezione, equilibrio).

A seconda del tipo di problema e del momento terapeutico il fisioterapista sceglierà il programma più idoneo.

È possibile prevenire la cervicalgia?

La risposta è sì. Il modo migliore è la cura del nostro stile di vita.
Ecco quali sono le abitudini più sane da acquisire per raggiungere tale obiettivo:

  • Evitare il fumo (in quanto legato all’aumento del grado di infiammazione generale dell’organismo);
  • Praticare regolarmente attività fisica, in particolare esercizi mirati (consigliati dal fisioterapista, evitando il “fai da te”);
  • Evitare posizioni scorrette prolungate durante le attività quotidiane (ad esempio quando si sta molte ore seduti in macchina o in ufficio sarà importante fare piccole pause e cambiare posizione oppure quando si guarda il cellulare può essere utile sollevare la mano in modo da non dover tenere la testa piegata in avanti).

A chi rivolgersi per la cura del dolore al collo a Lecco?

MedinMove è a Lecco, in Via Balicco 109. Per conoscere tutti servizi è possibile chiamare il numero 03411581562. Altre info su www.medinmove.it o la pagina facebook MED in MOVE. In alternativa, mandare una mail a info@medinmove.it