Attualità
Rinascita

Dal letto d'ospedale al tetto del mondo: l'incredibile impresa della lecchese Alize Piana

"Questi ultimi due anni sono stati delle vere montagne russe, ero arrivata ad un momento in cui volevo rinunciare al wakeboard, ma ho continuato"

Dal letto d'ospedale al tetto del mondo: l'incredibile impresa della lecchese Alize Piana
Attualità Lecco e dintorni, 08 Agosto 2022 ore 08:49

"Sembrava impossibile, eppure lei, a poco più di un anno dal gravissimo incidente che per due lunghi mesi l'ha tenuta inchiodata a un letto d'ospedale, ci ha creduto e ce l'ha fatta! Complimenti Alize Piana, lecchese e neo campionessa mondiale under 18 di wakeboard". Le congratulazioni per una impresa storica che oltre ad inorgoglire fa davvero emozionare arrivano direttamente dal Pirellone. Sì  prechè Regione Lombardia, con un post in rete, ha voluto raccontare l'incredibile storia di coraggio, dolore, abnegazione, speranza e successo della giovanissima laghee che ha portato il nome di Lecco sul tetto del mondo.

Dal letto d'ospedale al tetto del mondo: l'incredibile impresa della lecchese Alize Piana

E' una storia davvero toccante quella di Alize, una storia che diventa simbolo di rinascita, una storia che dimostra che la passione e l'impegno, anche in circostanze assurde, anche quando tutti di dicono il contrario, anche se sembra impossibile, portano a tagliare traguardi incredibili. La 19ennenne lecchese infatti è riuscita a primeggiare, a brillare, al Campionato mondiale di  wakeboard" che si è svolto al Lago del Salto a Rieti a poco più di un anno dal terribile incidente stradale che ha rischiato di strapparla per sempre dalle braccia dei suoi cari.

Un incidente avvenuto in Francia, nell'aprile del 2021 mentre la giovanissima si stava preparando per partecipare ad una gara automobilistica. Traumi e ustioni, delicate operazioni chirurgiche, il buio, il dolore. Poi la lunga riabilitazione, la paura di non farcela, il desiderio di abbandonare tutto. Ma no. Il coraggio e la determinazione di Alize sono stati più forti dei traumi. Si è rialzata, metaforicamente e realmente, è tornata a vivere. E vivere, per lei, significa stare con una tavola ai piedi e sfrecciare sull'acqua.

Alize è arrivata fino ai Mondiali e con il supporto di chi le vuole bene e della sua squadra, sua seconda famiglia, la Sambuca Effect Wakeboard School Lecco diretta da Claudio Dal Lago, ha sconfitto le avversarie più temibili, le favorite, ed è salita sul gradino più alto del podio.

"Due anni di montagne russe, ho pensato di mollare ma non l'ho fatto"

"Non ci sono parole che possano descrivere come mi sento - ha raccontato la giovanissima e talentuosa Alize sul suo profilo social Ottenere il titolo mondiale nella divisione junior femminile è stato un sogno per molti anni e oggi posso finalmente dire che ce l'ho fatta. Questi ultimi due anni sono stati delle vere montagne russe, ero arrivata ad un momento in cui volevo rinunciare al wakeboard, ma ho continuato".

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alizé Piana (@alizewake)

"Questa vittoria mi ripaga di tutti gli sforzi, le lacrime e la passione che ho messo in questo sport.  Non avrei mai potuto farlo se non avessi avuto il sostegno della mia squadra che si è dimostrata ancora una volta la migliore portandosi a casa la medaglia d'oro come squadra.  Famiglia, passione e dedizione. Questi campionati del mondo rimarranno nel mio cuore per sempre".

Le congratulazioni di Antonio Rossi ad Alize Piana

Ad Alize sono giunte anche le congratulazioni di un altro laghee che ha portato lecco sul Tetto del Mondo, Antonio Rossi:

Un grande successo! la Sambuca Effect Wakeboard School Lecco diretta da Claudio Dal Lago, ha brillato al Campionato mondiale di wakeboard svoltosi al Lago del Salto (Rieti), fornendo un contributo fondamentale ai successi degli azzurri.
Bravissima Alizè Piana campionessa del mondo nella categoria Junior Women che è salita sul podio più alto dopo un brutto incidente in auto che due anni fa ha rischiato di pregiudicare la sua attività agonistica.
Il bottino finale della squadra azzurra è di cinque ori, due argenti e un bronzo!

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter