Attualità
Lecco

Centro civico Sandro Pertini, 250 mila euro per rimuovere l’amianto

Intervento indispensabile per la salute e la sicurezza dei lavoratori 

Centro civico Sandro Pertini, 250 mila euro per rimuovere l’amianto
Attualità Lecco e dintorni, 03 Giugno 2022 ore 13:55

Partiranno col mese di luglio e dureranno circa quattro mesi i lavori di manutenzione straordinaria previsti al centro civico Sandro Pertini di Germanedo. L'intervento, che segue quello già terminato di impermeabilizzazione della parte centrale esterna della struttura, prevede la rimozione e la sostituzione della pavimentazione in vinil - amianto presente negli ambienti interni.

Centro civico Sandro Pertini, 250 mila euro per rimuovere l’amianto

Per finanziarne la realizzazione il Comune di Lecco ha partecipato e vinto il bando regionale per l'assegnazione di "contributi agli enti locali per la rimozione di manufatti contenenti amianto da edifici pubblici e la loro sostituzione" e ottenuto l'importo massimo di risorse riconoscibili, ovvero 250.000 (sui 350.000 del progetto) e il primo posto in graduatoria.

LEGGI ANCHE Lecco tra i 100 Comuni italiani con più morti per amianto

La disomogeneità della pavimentazione comporterà una rimozione "controllata" delle porzioni interessate dal vinil-amianto e della relativa colla, oltre che dei battiscopa, che sarà eseguita da una ditta specializzata, così come il confinamento del materiale contaminato e la posa della nuova pavimentazione vinilica e del nuovo battiscopa.

Intervento indispensabile per la salute e la sicurezza dei lavoratori

"Un intervento indispensabile per la salute e la sicurezza dei lavoratori e dei fruitori della struttura, che è un luogo di accoglienza e inclusione sociale - sottolineano gli assessori a​i Lavori pubblici con delega al Patrimonio Maria Sacchi e ai Giovani Alessandra Durante -, che desideriamo diventi un polo rinnovato e funzionale in tutte le sue aeree per i giovani e la cittadinanza. Il centro civico è stato oggetto di manutenzione straordinaria a fine gennaio ​per porre rimedio alle infiltrazioni presenti sul tetto dell'Informagiovani, con il rifacimento totale della copertura, ed è attualmente oggetto di analisi per quanto riguarda la vulnerabilità sismica e di progettazione sul fronte dell'efficientamento energetico. Il centro ha inoltre un auditorium chiuso da anni, che desideriamo ritorni a essere fruibile come spazio di aggregazione e divertimento per giovani, famiglie e scuole".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter