Attualità
Politica

Caro energia: a Introbio il sindaco limita l'illuminazione

"Devo informarvi che, sino a revoca, verrà mantenuta in servizio unicamente l’illuminazione stradale e quella strettamente necessaria ai fini della sicurezza".

Caro energia: a Introbio il sindaco limita l'illuminazione
Attualità Valsassina, 25 Agosto 2022 ore 14:21

Caro energia sempre più pressante anche per le Amministrazioni comunali. Il sindaco di Introbio prende una decisione drastica.

La lettera del primo cittadino

E' di oggi, giovedì 25 agosto 2022, la lettera che il sindaco Adriano Stefano Airoldi ha scritto ai suoi concittadini.

Cari Concittadini,
il rialzo dei prezzi dell’energia originato dal conflitto russo – ucraino sta purtroppo avendo ripercussioni molto negative sui bilanci di tutti i comuni ed il nostro non fa eccezione. Introbio ha aderito a un bando regionale per rimodernare tutta l’illuminazione pubblica adottando la tecnologia LED che permetterà di conseguire sensibili risparmi a fronte di un miglior servizio; inoltre, è già appaltata la posa di pannelli solari fotovoltaici sul portico presente in Villa Migliavacca. È invece delle scorse settimane la notizia che potremo beneficiare dell’energia elettrica gratuita in quanto comune interessato dalla presenza di centrali idroelettriche l’Ufficio Tecnico sta lavorando per dare una destinazione a questa energia secondo le indicazioni regionali.

Le decisioni

Intanto, però, il primo cittadino ha preso alcune decisioni.

"Ma, in attesa che quanto sopra esposto si concretizzi, ci sono da tenere sotto controllo i conti comunali per cui si rendono necessari dei provvedimenti urgenti al fine di limitare il consumo dell’energia elettrica e diminuire l’importo delle forniture. Devo quindi informarvi che, sino a revoca, verrà mantenuta in servizio unicamente l’illuminazione stradale e quella strettamente necessaria ai fini della sicurezza. Ciò significa che non verranno illuminati luoghi o siti per i quali non vi siano queste condizioni. Come si comprenderà, si tratta di una decisione sofferta ma improrogabile per la quale auspichiamo di avere la comprensione da parte della cittadinanza. Da parte nostra preferiamo sospendere alcune illuminazioni non indispensabili piuttosto che intaccare fondi destinati ad altri servizi o al funzionamento ordinario dell’attività amministrativa. Il risparmio sarà minimo, ma ci è sembrato opportuno dare anche un segnale alla popolazione affinché tutti mettano in pratica misure che possano contribuire ad alleggerire il peso economico che tutte le speculazioni in atto stanno rendendo sempre più difficile da sopportare. Detto che sarà nostra cura informarvi sull’andamento dei progetti che abbiamo richiamato in questa comunicazione, vi ringrazio per la comprensione ed invio a tutti il mio più cordiale saluto".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter