Attualità
Che spettacolo!

Caccia al tesoro in notturna... in maschera

In gioco anche Don Andrea Pirletti, Don Daniele Plebani e Don Marcello Crotti che, travestiti da personaggi delle fiabe, hanno partecipato attivamente

Caccia al tesoro in notturna... in maschera
Attualità Valle San Martino, 03 Marzo 2022 ore 10:36

Una caccia al tesoro in notturna per festeggiare tutti insieme il carnevale. È questa la singolare iniziativa che ha visto protagonisti, nella serata di martedì  1 marzo, i piccoli alunni delle scuole dell’infanzia paritarie della rete della Valle San Martino che si sono ritrovati tutti insieme per festeggiare il Carnevale.

Caccia al tesoro in notturna... in maschera

I genitori dei bambini degli asili Papa Giovanni XXIII di Vercurago, Mere Susanne di Torre de’ Busi e Angeli Custodi di Carenno si sono sfidati in una serie di prove, coadiuvati dai loro piccoli, tutte da superare e ricche di giochi, enigmi e indovinelli da risolvere.
Il tutto rigorosamente a bordo delle loro automobili con le quali hanno dovuto raggiungere le varie location dislocate su tutto il territorio trasportando di volta in volta anche i materiali richiesti dalle varie prove.

WhatsApp Image 2022-03-03 at 09.04.36
Foto 1 di 5
WhatsApp Image 2022-03-03 at 09.04.00
Foto 2 di 5
WhatsApp Image 2022-03-03 at 09.04.24
Foto 3 di 5
WhatsApp Image 2022-03-03 at 09.04.21
Foto 4 di 5
WhatsApp Image 2022-03-03 at 09.03.58
Foto 5 di 5

Ad attenderli, nelle varie “stazioni” molteplici personaggi delle storie per bambini più conosciute: a farla da padrone sono stati La Bella e la Bestia, Biancaneve e i Puffi ma anche Cappuccetto rosso, i Musicanti di Brema, Alice nel paese delle meraviglie Lilo e Stitch.
Tra le missioni più curiose sono degne di menzione l’accarezzare una mucca, suonare ai campanelli per riuscire a fare un selfie con un torrebusino, contare le panche nella chiesa di Carenno o gli scalini della gradinata della basilica di Somasca.

“Giochi senza frontiere delle scuole paritarie”

L’iniziativa, si inserisce all’interno della cornice più ampia dei “Giochi senza frontiere delle scuole paritarie” e ne costituisce di fatto la prima, di una lunga serie di prove di abilità che si susseguiranno da qui all’estate: "Abbiamo pensato di organizzare questa caccia al tesoro - spiega la coordinatrice Paola Arrigoni - perché crediamo fortemente che sia davvero importante provare ad alleggerire il carico emotivo che questi bambini, ma anche i loro genitori, portano con se in un periodo difficile come quello che stiamo vivendo. L’idea è stata quella di creare un momento divertente da condividere tutti insieme e promuovere la socializzazione tra di loro”.

Trionfo per il piccolo Tommy

A trionfare, alla fine della competizione, è stato il piccolo Tommy di Torre de’ Busi che ha sbaragliato, insieme ai genitori, la concorrenza dei suoi compagni.
Inutile sottolineare come l’iniziativa abbia riscosso un grande successo nelle famiglie che hanno scelto di partecipare numerose e con grande l'entusiasmo.
Da parte delle scuole, è andato un doveroso ringraziamento a tutto il personale dei plessi, alle Amministrazioni dei Comuni coinvolti nelle prove nonché agli agenti della Polizia locale per aver permesso lo svolgimento dell’iniziativa ma soprattutto per aver garantito in toto la sicurezza dei partecipanti.

In gioco anche i sacerdoti

Da segnalare anche la partecipazione dei tre presidenti degli asili Don Andrea Pirletti, Don Daniele Plebani e Don Marcello Crotti che, travestiti da personaggi delle fiabe hanno partecipato attivamente alla caccia al tesoro contribuendo al divertimento di grandi e piccini con grande entusiasmo.

Luca De Cani

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter