Attualità
Lecco

Bonus bollette luce e gas, da oggi le domande

L'invio della domanda sarà possibile a partire da oggi,  giovedì 31 marzo e fino al prossimo 30 giugno 2022.

Bonus bollette luce e gas, da oggi le domande
Attualità Lecco e dintorni, 31 Marzo 2022 ore 12:00

Il Comune di Lecco ha approvato una misura di sostegno al reddito che riconosce un rimborso del 50% dell’importo complessivo di bollette di luce di gas relative al periodo di dicembre 2021 - marzo 2022 fino a un massimo di 300 euro. La misura, denominata "Buono Bolletta - Lecco solidale" è destinata ai nuclei familiari residenti a Lecco, intestatari di un contratto di somministrazione di energia elettrica e/o gas a uso domestico (per gli impianti condominiali, è necessaria la dichiarazione dell’amministratore di condominio o della proprietà ALER sulla spesa del periodo) e un ISEE ordinario in corso di validità fino a 8.265 euro oppure l'ISEE corrente, nel caso di variazione della situazione lavorativa per almeno un componente del nucleo o una variazione della situazione reddituale complessiva superiore al 25% rispetto alla situazione reddituale individuata nell’ISEE ordinario. La domanda può essere presentata una sola volta, e da un solo componente del nucleo familiare, compilando il PDF editabile  disponibile nella sezione dedicata sul sito del Comune di Lecco nei prossimi giorni e sarà da inviare, insieme alla documentazione necessaria allegata, all'indirizzo di posta elettronica buonobolletta@comune.lecco.it: l'invio della domanda sarà possibile a partire da oggi,  giovedì 31 marzo e fino al prossimo 30 giugno 2022.

LEGGI ANCHE Bollette impazzite, ecco l’effetto sul carrello della spesa a Lecco

L'assessore Emanuele Manzoni

Bonus bollette luce e gas, da oggi le domande

"Accanto al quotidiano lavoro di accompagnamento da parte dei servizi sociali, abbiamo pensato fosse utile in questo momento sostenere le famiglie anche nel pagamento di gas e luce - è il commento dell'Assessore al Welfare del Comune di Lecco Emanuele Manzoni -. Non si tratta certo della soluzione definitiva all'aumento dei costi delle materie prime ma può essere un aiuto concreto per chi rischia nell'immediato di non riuscire a far fronte a questa impennata imprevista delle bollette. Ci sembra il modo migliore di investire queste risorse: un gesto immediato di vicinanza alle famiglie più fragili che, dopo i contraccolpi della pandemia, si trovano a dover gestire un'altra emergenza. Sono proprio queste le persone a cui dobbiamo dare immediata risposta".

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter