Menu
Cerca
Aiutiamoci

210mila euro per favorire gli incontri tra gli ospiti delle Rsa lecchesi e i loro cari

Il potenziamento delle visite riguarderà il periodo maggio – settembre 2021, sfruttando gli spazi all’aperto a disposizione di molte strutture e confidando che, con la fine di settembre, si possa entrare in una fase nuova, grazie al completamento della campagna vaccinale.

210mila euro per favorire gli incontri tra gli ospiti delle Rsa lecchesi e i loro cari
Attualità Lecco e dintorni, 29 Aprile 2021 ore 12:27

La pandemia ha messo a durissima prova le strutture per anziani del nostro territorio, provocando enormi lutti e costringendole ad un profondo isolamento relazionale. Oggi, grazie alla campagna vaccinale che ha messo in sicurezza operatori e ospiti, la situazione sanitaria è decisamente migliorata, ma persistono difficoltà nel permettere visite in presenza. Nella giornata odierna è stata presentato  l’intervento del Fondo “Aiutiamoci – Contrasto alle povertà” a sostegno delle 26 RSA della provincia di Lecco, con l’obiettivo di facilitare le occasioni di incontro tra ospiti e loro parenti, nelle forme e modalità ritenute più idonee da ciascuna struttura.

210mila euro per favorire gli incontri tra gli ospiti delle Rsa lecchesi e i loro cari

Per questa iniziativa il Fondo mette a disposizione la cifra di 210.000 euro, grazie al contributo del Fondo stesso, del Distretto di Lecco con gli Ambiti Distrettuali di Bellano, Lecco e Merate, Fondazione Frassoni di Lecco, Fondazione Enrico Scola di Lecco, SPI CGIL, FNP CISL e UILP UIL.

Il contributo sarà articolato in base alle dimensioni delle strutture:

  • 6.000 euro fino a 60 posti accreditati
  • 9.000 euro da 61 a 100 posti accreditati
  • 12.000 euro oltre i 100 posti accreditati

Il potenziamento delle visite riguarderà il periodo maggio – settembre 2021, sfruttando gli spazi all’aperto a disposizione di molte strutture e confidando che, con la fine di settembre, si possa entrare in una fase nuova, grazie al completamento della campagna vaccinale.

Maria Grazia Nasazzi, Presidente della Fondazione comunitaria del Lecchese 

Con questa iniziativa il Fondo Aiutiamoci affronta una povertà educativa particolare, molto particolare, che è quella delicata degli affetti che toccano ospiti e familiari nelle RSA.  Lo slogan che sintetizza la campagna ben si adatta a questa proposta: Appartengo, Sostengo, Curo. L’adesione e il contributo a questa iniziativa da parte di importanti enti richiama la generosità del nostro territorio di appartenenza: attraverso questo progetto vogliamo sostenere le RSA da tempo in prima linea e “curare” quella sofferenza emotiva che queste persone stanno vivendo.  Un piccolo contributo per condividere una grande attenzione in una situazione normativa delicata e seria.”

Guido Agostoni, Presidente del Distretto di Lecco

Durante la pandemia i Comuni e il Distretto hanno contribuito, assieme alla Fondazione, a fornire i dispositivi di protezione. Ora che gli ospiti sono tutti vaccinati, ci siamo accorti che manca un vaccino importante, il vaccino contro la solitudine. Per questo, con l’aiuto degli altri partner, ci siamo impegnati per permettere il ricongiungimento, superare la solitudine, far sentire agli anziani ospiti che i loro congiunti sono ancora vicino a loro.  In accordo con i Presidenti degli Ambiti distrettuali di Bellano, Lecco e Merate abbiamo deciso di stanziare 30.000 euro a sostegno di questa importante iniziativa.”

Pinuccia Cogliardi, Giuseppe Saronni e Giacomo Arrigoni

“Condividiamo e apprezziamo la capacità del nostro territorio di fare comunità e ben volentieri partecipiamo a questo significativo progetto” affermano i Segretari di SPI CGIL, FNP CISL e UILP UIL. “Riteniamo importante favorire la socialità nelle Rsa interrompendo la spirale di solitudine vissuta dagli anziani. Così come centrale per noi è la discussione sulla situazione sociosanitaria delle Rsa, che dovranno sempre più essere parte integrante dei servizi del territorio e sostenute anche da una legge sulla non autosufficienza”.

Pietro Galli, Presidente della Fondazione Enrico Scola

“Siamo lieti di aver risposto all’appello della Fondazione comunitaria del Lecchese. Il nostro contributo è indirizzato, in modo particolare, a favore della comunità degli Istituti Riuniti Airoldi e Muzzi, che mai come in questo periodo si è scoperta tra le più fragili.

Come donare

Per sostenere concretamente il Fondo puoi effettuare una donazione sul conto corrente intestato alla Fondazione comunitaria del Lecchese:

  • Intesa Sanpaolo Milano – Filiale accentrata TERZO SETTORE

IBAN: IT28 Z030 6909 6061 0000 0003 286

  • Banca della Valsassina

IBAN:IT87 B085 1522 9000 0000 0501 306

Causale: “Aiutiamoci – povertà. Sostegno RSA”

Le donazioni al Fondo “Aiutiamoci – Contrasto alle povertà” danno diritto ai benefici fiscali previsti dalla normativa vigente.